La Prima Colazione Francese

La Prima Colazione Francese

La colazione è il pasto più importante della giornata, ed è anche quel momento di convivialità che fa partire col piede giusto la nostra giornata.

Il modo di fare colazione è diverso in tutto il mondo e a volte varia anche a seconda della regione dello stesso Stato.

È un rito che in realtà non è sempre esistito: ha iniziato a diffondersi con il rinascimento, epoca in cui si trovano le prime fette di panne imburrate e inzuppate nel latte. Poco dopo i turchi importarono il caffè che venne subito apprezzato da Luigi XVI.

Nel XIX secolo nasce la vera e propria colazione, “le petit déjeuner”, per cui in città compaiono piccole tartine accompagnate dal caffè e latte, mentre nelle campagne troviamo pane accompagnato a zuppa e anche al vino.

Per arrivare alla colazione che conosciamo oggi si deve aspettare la Seconda Guerra Mondiale.

In Francia la colazione è un rito intoccabile!

Si parte con la regina della tavola, la baguette, che può essere calda o fredda, tostata o al naturale arricchita da burro dolce o salato e da marmellata o miele.


Poi si passa alle Viennoiserie, piccoli capolavori dolci da forno che sono entrati a far parte della tradizione francese nonostante le loro origini austriache.

Fu un ufficiale austriaco in congedo trasferitosi in Francia a cominciare la produzione di questi prodotti tipici della gastronomia austriaca. Ebbero così tanto successo che ben presto la loro produzione si espanse tra i fornai francesi.

È tradizione, soprattutto il sabato e la domenica, recarsi al mattino presto nelle “boulangerie” ossia i forni ed acquistare la baguette e le viennoiserie appena sfornate. 

Che sia caldo o freddo, che piova o ci sia il sole, è un sacrificio che si è disposti a fare per essere ricompensati dal sapore unico che si gusterà una volta tornati a casa.

Tra queste bontà ricordiamo con piacere i croissant, brioche di sfoglia dalla forma a mezza luna rigorosamente vuoti da farcire a casa con la marmellata; il pain au chocolat, un meraviglioso connubio fra il soffice pane e la golosità della cioccolata.

Ancora le Madeleine, deliziosi dolcetti a forma di conchiglia simili al plum-cake ma con un gusto di burro e limone più marcato; i dolci alle mele e il pain aux raisins, un dolcetto di pasta brioche con l’uvetta passa.

A queste delizie solitamente si accompagna una spremuta di arancia o pompelmo e una bevanda calda: tè, rigorosamente gustato al naturale, caffè o cioccolata calda.

Se si ha l’occasione di passare dalla Francia o la fortuna di abitarvici, sappiate che al mattino presto i caffè e le brasserie sono aperti e invitano i clienti a gustare la loro colazione in sala oppure comodamente seduti all’aperto.

Oppure potrete farvi tentare da pasticcerie o sale da tè che serviranno un’ottima colazione per far partire bene la giornata.

La Francia pensa anche a coloro che amano abbinare il piacere della gastronomia con quello per la cultura: molti musei organizzano visite guidate che comprendono la colazione prima della visita alle esposizioni.

Chi invece è amante del lusso, della raffinatezza e vuole iniziare con una colazione davvero chic, può far tappa negli alberghi di lusso, dove potrà trovare tutto l’occorrente per concedersi dei momenti di puro piacere lasciandosi viziare e gustando comodamente seduto nel lusso quanto di più buono e goloso la gastronomia e la pasticceria francese ha da offrire.

 

Altri articoli