Come fare le Omelette

Come fare le Omelette

Dalla cucina francese, soffici e spumose nuvole gialle che arrivano a conquistare le tavole di tutto il mondo con tante possibili ricette golose e cariche di sapore e fantasia

Dalla grigliata al buffet in giardino, al pranzo in campagna o sulla spiaggia, l’omelette per i francesi, che di questa ricetta vorrebbero avere i diritti riservati, è un piatto unico molto versatile, comodo e pratico anche da trasportare, goloso e divertente per tutte le ricette che la vedono protagonista.

Un piatto che accompagna colazioni, pranzi e cene di tutto l’anno e quando arrivano le prime giornate tiepide, l’idea di godere dei primi raggi del sole in compagnia degli amici intorno ad una tavola allestita in un giardino o su una coperta a quadri bianca e rossa che fa da cornice ad un bel pic-nic sull’erba o ancora in occasione di una festa sulla spiaggia, smuove immediatamente la fantasia.
Arriva finalmente il momento di organizzare un pranzo diverso dal solito, da gustare in mezzo alla natura, al caldo e in totale relax.
Protagonista assoluto di queste occasioni non può che essere un menu fresco, composto da tanti piatti veloci da preparare in anticipo, tante piccole golosità, antipasti da spizzicare, sorseggiando un buon bicchiere di vino fresco.
La primavera porta con sé tanti sapori nuovi, verdure delicate dal gusto irresistibile, colori e profumi che inebriano la vista e il palato e le omelette rientrano perfettamente in un menu leggero perché si prestano a idee stuzzicanti, anche servite all’interno di insoliti contenitori comodi e divertenti.
Verdure, formaggio, farina e uova, ben combinati tra loro danno vita a piatti speciali che regalano un’intensa armonia di sapori rustici anche per chi, oggi più che mai, ama le ricette vegetariane come speciali torte di ricotta salate, contorni di stagione, timballi di riso, tortine ai funghi, e le immancabili fette di pane casereccio cotto a legna tra cui infilare golose frittatine tutte diverse che faranno la gioia di grandi e piccini.

 

Se decidi di festeggiare l’arrivo della prima domenica di bel tempo con un barbecue, ricordati che le salsicce avanzate possono essere un valido accompagnamento ad una frittata per la merenda.
Ti basteranno delle uova, olio extravergine di oliva e burro.
Sbatti velocemente le uova e aggiungi la salsiccia sbriciolata.
Metti in una padella antiaderente il burro, fai scaldare e, quando si sarà sciolto, versa il composto di carne e uova coprendo la padella.
Lascia cuocere a fuoco moderato per qualche minuto, quindi girala sull’altro lato con l’aiuto del coperchio.
Fai scivolare la frittata su un piatto da portata aiutandoti con una spatola in silicone e tagliala a quadrotti.
Quando si sarà raffreddata sarà perfetta per la merenda di un dopo pranzo di giochi all’aria aperta.

La prima occasione per uscire dalle quattro mura di casa e organizzare un pranzo diverso dal solito è, quasi per tutti, la Pasqua e in Francia esiste un’antichissima tradizione per cui tutti gli anni, nelle piazze, il lunedì di pasquetta, si allestisce un enorme padella capace di contenere migliaia di uova e più di 40 cuochi, tutti insieme, preparano l’Omelette de Pâques.
E’ un momento di grande divertimento soprattutto per i bambini che, a casa da scuola per le vacanze, partecipano aiutando a rompere le uova oltre a andare a caccia dell’immancabile uovo di cioccolato.

E’ risaputo che i francesi prediligano le omelette spumose, risultato che richiede brevissimi tempi di cottura e, come da tradizione, su un lato solo.
Per chi preferisce invece un composto più sodo, basterà capovolgerla e cucinarla anche dal secondo lato per 3 o 4 minuti.
Le omelette più diffuse e apprezzate sono l'omelette al formaggio e l'omelette al prosciutto, ma ingredienti sempre sfiziosi e spesso presenti sono anche i funghi champignon, gli spinaci, lo stracchino, la pancetta e il salmone.

Una tipica ricetta francese è l’omelette all’acetosa, Omelette à l’oselle.
Ti basterà cercare un po’ di acetosa fresca che fa parte di quelle categorie di erbette che arrivano sui banchi dei mercati in primavera e i soliti immancabili ingredienti di un’omelette.
Il segreto sta nello sbattere le uova con un frullino elettrico così da renderle più spumose.
Fai sciogliere il burro in una padella dal fondo spesso e, nel frattempo, elimina le foglie ingiallite e la parte più dura dell’acetosa.
Aggiungila al burro insieme ad un pizzico di zucchero e sale e lascia cucinare a fuoco lento perché perda la sua acqua.
Incorpora la verdura alle uova e amalgama bene.
In un’altra padella fai sciogliere altro burro e quando è ben caldo, versaci il composto e lascia cuocere per 3 o 4 minuti.
Servi l’omelette à l’oselle ben calda, ripiegata a mezzaluna, per una cena dal gusto leggero e sfiziosa.

Famosissima in ogni cucina dell’Esagono, è la classica Omelette alle punte d’asparagi, di cui esistono moltissime varianti.
Ricca di ingredienti genuini, è l’ideale in questo periodo in cui gli asparagi, con il loro colore verde intenso, imperano sui banchi dei mercati.
Metti in cottura le punte di asparagi in acqua bollente e, nel frattempo, rompi le uova in una ciotola, aggiungi il sale e il pepe e sbattile energicamente (ricorda che per un composto più spumoso sarà opportuno utilizzare lo sbattitore elettrico).
Sciogli il burro in una casseruola, aggiungi gli asparagi al dente e falli rosolare per 2 o 3 minuti.
In un’altra padella fai sciogliere altro burro e versa il composto di uova, lascia rapprendere per un minuto circa, quindi aggiungi gli asparagi distribuendoli su tutta la superficie.
Continua a cuocere per 2 o 3 minuti.
La preparazione di queste omelette è molto simile e anche quest'ultima i francesi la servono ripiegata a mezzaluna.
Per dare un tocco più deciso al sapore, puoi aggiungere anche del prosciutto crudo a dadini.

L’omelette come dessert è un’altra ricetta da prendere in prestito dai nostri cugini d’oltralpe e da provare per deliziare i nostri ospiti.
L’Omelette sucrée aux pommes è una frittata dolce da preparare con le patate.
Fai riscaldare il burro in una padella e aggiungi le patate tagliate a piccoli cubetti.
Lascia cucinare fino a che non saranno dorate, aggiungi un cucchiaio abbondante di zucchero e irrora con il Calvados.
Attenzione alla fiamma!
A questo punto le uova andranno versate con lo zucchero e il latte nella padella con le patate flambé.
Lascia cuocere a fuoco lento per qualche minuto e servi subito.
Un ottimo accompagnamento a questo dessert sarà un bicchiere di sidro dolce.
Una vera prova da chef.

La cucina francese ci ha da sempre abituati a grandi salti nel mondo della gastronomia e forse l’idea della ricetta di un’omelette preparata con il pesce può risultare un po’ troppo originale.
Ma in Francia vanno matti anche per l’omelette al tonno, quindi dovrai scendere a compromessi con le lacrime e affettare molto finemente una cipolla, metterla in una padella antiaderente con dell’olio d’oliva, aggiungere il tonno al naturale e lasciare cuocere per qualche minuto con un pizzico di sale e pepe.
Nel frattempo, sbatti le uova e versale nella padella, aumentando la fiamma.
Un’omelette semplice e gustosa da mangiare anche tiepida.

Un altro ripieno perfetto per un’omelette da copione sono le zucchine, courgettes in francese, che con il loro sapore dolce e delicato, danno a questa pietanza un gusto d’estate apprezzato da ogni buona forchetta.
Basterà tagliarle a rondelle e farle cuocere in una padella con il burro caldo, aggiungere le uova sbattute e lasciare che il composto si rapprenda per qualche minuto.

Per chi è a dieta e, con l’avvicinarsi della bella stagione, sono molti quelli che decidono di stare più attenti alla linea, l’omelette può anche essere cotta in forno.
Porta la temperatura a 190° e nel frattempo metti a riscaldare in una casseruola il latte con l’amido di mais, mescolando con una frusta.
Sbatti le uova e uniscile al latte.
Versa tutto in una teglia rivestita di carta da forno e inforna per 30 minuti circa.
Sfornerai una golosissima torta salata che potrai arricchire anche con del prosciutto cotto e una spolverata di parmigiano.

La cottura francese dell’omelette da un solo lato si presta perfettamente anche alla ricetta della Omelette Ciboulette e mozzarella, facilissima e molto veloce, tra i secondi preferiti dai bambini.
Taglia a pezzettini la mozzarella e lascia che perda la sua acqua su della carta assorbente.
Sbatti le uova con un pizzico di sale e pepe e aggiungi l’erba cipollina sminuzzata.
In una padella antiaderente fai scaldare l’olio e versa il composto di uova, mescola per un paio di minuti fino a che non comincia a rapprendersi.
Aggiungi allora la mozzarella su tutta la superficie, copri con un coperchio e lascia cuocere per 7 minuti circa a fiamma dolce.
Cotta così, la mozzarella risulterà molto filante, una vera golosità per il palato.

L’uovo, con il suo sapore unico e la sua versatilità, si fa pubblicità da solo perché si presta davvero a tantissime declinazioni.
È sufficiente lasciar correre la fantasia per poter creare ricette, dolci o salate.
Con un po' di fantasia è possibile fare della frittata un capolavoro dell’arte culinaria da portare in tavola con la stessa regalità di un piatto di pasta e con la stessa presenza scenica di una pizza margherita napoletana.
L’omelette come simbolo di un paese che è stato in grado di divulgare questa sua passione al mondo intero.

Altri articoli