Crêpes Dolci

Crêpes Dolci

Crêpes: l'Orgoglio della Cucina Francese

Le crêpes sono delle cialdine a base di farina, latte e uova. 

Si cuociono formando uno strato sottile di impasto che viene cotto sopra un velo di burro per poi essere farcite a proprio piacimento.
Volendo, per ottenere una versione dolce, si può aggiungere alla preparazione un pizzico di zucchero.

È importante che la pastella preparata venga fatta riposare per qualche minuto, per poi essere cotta in una padella antiaderente. La cottura è, inoltre, molto veloce. Una volta imbrunita da un lato, la crespella andrà girata e ultimata.

Di cialde per dessert ne esistono di ogni natura e genere; che siano croccanti o soffici, morbide o sottili, nessuna è come la crêpe che racchiude in sé l’essenza della bontà.

 

Le crêpes innanzitutto sono l’orgoglio della cucina francese, universalmente riconosciute come il simbolo della Francia nel mondo insieme alla baguette e all’omelette, e sono particolarmente apprezzate comedessert.

 

Sono davvero molto versatili; ogni cultura l’ha introdotta nella propria tradizione, adattando la ricetta originaria alla propria cultura: particolarmente apprezzata la sua versione dolce, la si può infatti farcire con marmellata, o frutta fresca, ma anche gelato o creme, e qualsiasi ingrediente che la fantasia e la golosità suggerisce, faranno di questo dolce una vera ed unica prelibatezza, perfetta per una merenda per bambini* o per uno sfizioso dessert.

 

Le crêpes hanno una storia molto antica; risalgono infatti al Medio Evo. 

Attorno alle crêpes aleggia una leggenda che ci porta fino a Roma: un cospicuo numero di pellegrini francesi andarono in visita da Papa Gelasio, il quale si trovò nella necessità di sfamare un gran numero di persone quindi diede ordine ai suoi cuochi di impastare grosse quantità di farina ed uova per poi cuocere l’impasto su dischi roventi. 

Queste, secondo la leggenda, appunto, furono le prime e rudimentali crêpes della storia.

 

Leggenda a parte, sembra che le crêpes siano nate effettivamente intorno al IX secolo, e inizialmente non contenevano latte poiché era un alimento prezioso, ma acqua o vino; inoltre pare fosse utilizzata la più comune farina di frumento.

 

La crêpe è il simbolo dell’amicizia e ha un profondo significato di alleanza, specie nel periodo della candelora: i francesi erano soliti preparare le crêpes ed offrirle a parenti ed amici come cibo della convivialità; queste si consumavano esprimendo desideri di buon auspicio.

 

Tra le crêpes dolci, senza dubbio le più apprezzate e rinomate sono le famosissime Crêpes Suzette, una preparazione dolce davvero gustosa nata tra i fornelli della cucina del rinomato Chef francese Escoffier per mano del suo aiutante Charpentier.

 

Inizio del 1900 - il principe Edoardo VII si trovava in vacanza a Montecarlo e stava pranzando al Cafè de Paris; la cucina era già in fermento per preparare un pasto degno di un principe, e il dessert non doveva essere assolutamente da meno.

 

Charpentier si mise quindi a preparare le crêpes dolci, ma un po’ di distrazione e complice anche l’emozione, versò troppo liquore all’interno della padella che conteneva le crêpes; a contatto con il fuoco, presero inevitabilmente fuoco. 

Preso dalla disperazione decise di assaggiarle ugualmente, e trovandole stranamente squisite pensò di proporle al re.

 

Edoardo VII, rinomato gourmet, le apprezzò tantissimo tanto che ne chiese il bis e volle sapere il nome del piatto che lo aveva così tanto entusiasmato; lo Chef rispose che voleva render omaggio alla sua persona intitolandole Crêpes Prince de Galles, ma il Principe, chiese che fosse intitolato alla dama presente a pranzo con lui, Suzette, figlia di un amico.

 

Le crêpes dolci sono un dolce davvero versatile, adatto ad ogni occasione, da quella più semplice e conviviale, a quella più ricercata e d’effetto, come abbiamo visto è un dessert che fa gola a tutti. 

Si adatta sia alle occasioni più semplici come una cena o un pranzo in compagnia, o in caso di un ricevimento importante in cui fare figura è la parola d’ordine; con le crêpes dolci si è sicuri di non sbagliare.

 

*sopra i 3 anni

 

 

Altri articoli