La Tapènade: Salsa Francese a Base di Capperi

La Tapènade: Salsa Francese a Base di Capperi

La gastronomia provenzale si distingue da quella francese per l’uso degli ingredienti caratteristici del Mar Mediterraneo e la salsa Tapenade non fa eccezione.

La Provenza è una regione situata a Sud della Francia, nota per il suo sole, il suo mare, i bellissimi paesaggi e naturalmente anche per il cibo e i dolci, apprezzati dai locali ma soprattutto dai turisti che vanno a conoscere questa splendida terra.

Chi non ha mai messo piede in Francia deve assolutamente assaggiare i suoi prodotti tipici, come i formaggi francesi e il vino, che rendono l’alimentazione francese una delle più invidiate in tutto il mondo.
Il Camembert e il Brie rappresentano due dei formaggi più conosciuti sul mercato, e trovano l’abbinamento perfetto rispettivamente con il Côtes de Provence Rosè e il Côtes de Provence Bianco.

La gastronomia provenzale si distingue da quella francese per l’uso degli ingredienti caratteristici del Mar Mediterraneo, caratteristici perché introvabili nelle regioni più a nord dove il sole non è così presente e non permette una buona coltivazione di frutta e verdura 365 giorni all’anno.

L’olio di oliva è tipico di questa regione e la fa da padrone da solo, se usato per accompagnare un’insalata o delle semplici verdure lesse, ma soprattutto nelle speciali salse francesi conosciute in tutto il mondo per la loro particolarità.

I francesi sono soliti condire le insalate con salse a base di olio, aceto, sale e pepe chiamate comunemente Vinaigrette, dal sapore acidulo e spesso aromatizzate con succo di limone, aglio, erbette e volentieri anche con la senape; mentre utilizzano le salse bianche come la Bechamel e la Veloutè per accompagnare le uova, piatti di carne o pesce o come base per zuppe e soufflé.

In Provenza si utilizza in particolar modo la salsa Tapènade, un condimento realizzato con tutti i sapori caratteristici di questa regione: i capperi, i filetti d’acciughe, le olive nere e l’olio d’oliva.
Questa salsa nasce a Marsiglia, centro della regione, intorno alla fine del diciannovesimo secolo e deriva dalla parola provenzale “tapenas”, che significa capperi.

La Tapènade ha un sapore molto delicato e la si può servire come antipasto se spalmata sui crostini di pane abbrustoliti al forno oppure come piatto principale se utilizzato come ripieno delle carni.
Nonostante sia a base di olive nere, non deve essere confusa con il classico paté di olive.

Per preparare questa gustosa salsa, avete bisogno di pochi ingredienti e la facilità d’esecuzione della ricetta vi farà venire voglia di ripeterla molto spesso!

Dovete procurarvi prima di tutto un ottimo olio d’oliva extravergine, delle olive nere di buona qualità, acciughe sott’olio e naturalmente i capperi sott’aceto.

Per cominciare, denocciolate le olive e tagliatele finemente su un tagliere, mettendole poi da parte in una ciotola.
Sminuzzate anche le acciughe e i capperi, precedentemente sciacquati sotto l’acqua corrente e unite il tutto alle olive.
Irrorate con l’olio extravergine d’oliva e tritate il tutto nel mixer fino a raggiungere la consistenza desiderata. 

Per renderla ancora più stuzzicante, potete aggiungere alla salsa dell’aglio sminuzzato, in modo da conferirgli un sapore ancora più deciso, oppure del prezzemolo tritato o della scorza di limone non trattato, per dargli ancora di più un sapore fresco e mediterraneo.

Se volete servire questa salsa come piccolo antipasto fresco o come aperitivo per i vostri amici nelle sere d’estate, potete presentarla a tavola assieme a un bel cesto di verdure tagliate a bastoncini, come sedano, carote e cetrioli.

Nel caso dovesse avanzarvi un po’ di questa salsa o voleste regalarla a qualcuno, potete conservarla in un barattolo di vetro per circa una decina di giorni, ricoperta da uno spesso strato di olio d’oliva.

 

Altri articoli