Menù per una Tipica Cena Parigina sulla Senna

Menù per una Tipica Cena Parigina sulla Senna

Cerchi un Menù per una Cena Tipica Parigina?

La Francia è senza dubbio la patria della buona cucina, un paese dove i turisti non vedono l’ora di assaggiare, sia le novità proposte costantemente dagli chef stellati, sia i buoni piatti della tradizione offerti dai migliori bistrot e brasserie delle città.

Parigi è la città più adatta per poter provare una vera e propria cena francese, perché in questa splendida città si mescolano tante culture e tradizioni diverse che rendono ogni pasto un momento speciale.
Volendo gustare una cena tradizionale in riva alle sponde del fiume Senna, che attraversa magnificamente la città delle luci, si può decidere se fermarsi in uno dei tanti localini tipici, sia nella zona del quartiere latino, vicino alla cattedrale di Notre Dame, appena attraversato il ponte sul fiume, oppure sulle piccole isolette di Saint-Louis e de la Cité, collegate da vecchi ponti antichi alla città e adornate da splendidi edifici settecenteschi.

Gustando una cena francese nella bella Parigi, si può decidere se optare per un menù di terra o di mare.
Con la scelta di quello di mare, è possibile iniziare con un buon antipasto composto da ostriche, molto apprezzate nella capitale francese, oppure un bel piatto di Moules, le cozze, cucinate in modo molto semplice, con solo aglio, prezzemolo e vino bianco, spesso accompagnate da patatine fritte.

Come primo piatto non può mancare una buona zuppa di pesce calda, come la Bourride, originaria della Liguria ma diventata ormai tipica del sud della Francia e più precisamente della Linguadoca - Rossiglione.
Questa zuppa è preparata partendo da una base di pesce bianco cotto separatamente a vapore che viene aggiunto a un misto di verdure cotte, tra cui carote, patate, sedano, porri e un mazzetto di erbe aromatiche.
Da servire rigorosamente bollente ed accompagnata da dei crostini spalmati con l’aioli, una salsa a base di aglio, oppure da la rouille, un salsa rossa estremamente piccante a base di peperoncino.

Come secondo piatto, si può ordinare un trancio di salmone aromatizzato alle erbe aromatiche, oppure le famose Coquilles Saint Jacques, i classici molluschi bretoni comunemente chiamati capesante o pettini di mare, cucinati in modo molto essenziale con vino bianco, erbe aromatiche e burro.

Se la scelta ricade su un menù di carne invece, ci si apre davanti una vasta scelta di portate. 
Iniziando dagli antipasti, non possono mancare i crostini spalmati con il celebre Foie Gras, oppure le Escargots de Bourgogne, le lumache di terra condite con aglio e prezzemolo.


Come primo piatto si può decidere di optare per un piatto unico come l’omelette o le crêpes.
Le due preparazioni, entrambe a base di uova, differiscono nel fatto che la prima è una sorta di frittata grossa, fatta cuocere non del tutto e farcita con formaggio, prosciutto o servita al naturale, mentre la seconda è una sfoglia sottilissima realizzata con latte, uova e farina, cotta velocemente sul fuoco e farcita con prosciutto e formaggio.
Mangiando una crêpe, l’abbinamento ideale come bevanda è sicuramente il tipico sidro di mele francese, una bevanda dolciastra che ben si abbina al gusto neutro della crêpe.


I secondi piatti a base di carne non mancano certamente, e si può scegliere tra un buon Boeuf Bourguignon, uno stufato di carne di manzo, preparato con un misto di verdure cotte e abbondante vino rosso della Borgogna, o un vino più leggero, e il  Coq au vin, un piatto a base di pollo marinato nel vino rosso e cotto assieme a delle verdure.

Per accompagnare questi secondi piatti, è immancabile un buon tagliere di formaggi francesi, tra i quali si possono trovare il cremoso Brie, il saporito Roquefort o ancora il celebre Camembert.

Per finire il pasto con un bel dolce, c’è l’imbarazzo della scelta: si può operare per la classica Millefeuille o per un Profiterole o una Mousse al cioccolato fino alla Creme Brulé.

Altri articoli