Nantes - Tradizione Gastronomica sull'Isola di Nantes

Nantes - Tradizione Gastronomica sull'Isola di Nantes

La città di Nantes è un vero e proprio gioiellino per il suo grande patrimonio artistico

Immersa nei verdi boschi della Loira, la città di Nantes si rivela un vero e proprio gioiellino agli occhi dei turisti, per il suo grande patrimonio artistico e l’atmosfera che si respira girovagando per la città.

Soprannominata anche la “Venezia dell’ovest”, Nantes è una città fluviale, poiché si affaccia su un grande corso d’acqua che la attraversa, tra tanti canali e isolotti che ricordano tanto la località turistica italiana.


Nantes è una città ricca di monumenti storici, come il bellissimo “Château des Ducs de Bretagne”, costruito pienamente in stile medievale - rinascimentale nel sedicesimo secolo, e che attira una notevole quantità di turisti, essendo composto da grandi torri spettacolari in tufo e granito bianco, nello stile dei grandi castelli della Loira.
Poco lontano dal Castello di Nantes, si trova la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo, una magnifica costruzione in stile gotico, anch’essa in pietra bianca, che spicca nel cielo della città con i suoi 60 metri di altezza.


Gli amanti dello shopping e dell’architettura di fine ottocento non possono perdere assolutamente il “Passage Pommeraye”, una piccola galleria costruita nel 1843 che ospita tanti negozi dei marchi più prestigiosi, creata come vero e proprio passaggio tra due vie, di cui una più alta dell’altra di ben 9 metri, che infatti vengono unite da una scalinata.
Per gli appassionati di dolci invece, merita una tappa la vecchia fabbrica di biscotti sita al centro della città, dove fare una bella foto alla facciata riportante l’insegna originale dello stabilimento.


Un altro luogo da non perdere è la “Machines des l’île”, un sito artistico dove trovare grandi installazioni a metà tra la fantasia di Jules Verne, nato proprio a Nantes, e l’ingegno di Leonardo da Vinci.
Tra le opere presenti ci sono il “Grande Elephant”: un gigantesco elefante meccanico che sputa aria e sul quale è possibile salire in groppa; la giostra dei mondi marini, ossia un carosello con tante specie marine realizzate in modo molto originale e il gigantesco albero airone.


Dopo aver visitato la città, non c’è niente di meglio che fermarsi a mangiare in uno dei tanti ristoranti presenti in città, dove i piatti principali sono a base di pesce fresco dell’Atlantico.
Tra le specialità della Bretagna, oltre alle classiche ostriche, le capesante, e le “moules frites”, le cozze accompagnate dalle patatine fritte, si possono provare dei secondi piatti di terra come l’Andouillette, una salsiccia riempita di parti di stomaco e intestino di maiale e cotta nel vino rosso, e il “Kig ha Farz”, tradotto letteralmente come “carne e ripieno”, composto da carne, verdure lesse e semolino.


Non si può banchettare in Francia senza aggiungere al proprio pasto un cibo come il formaggio, che anche in Bretagna la fa da padrone sulla tavola dei francesi, come il Camembert, prodotto nella vicina Normandia, dal sapore intenso e dalla caratteristica crosta fiorita, oppure il saporito Roquefort, un formaggio erborinato con le particolari venature blu verdastre al suo interno che lo caratterizzano.


Se si vuole invece assaggiare una pietanza che spesso non si può trovare altrove, bisogna recarsi in una “Crêperie” e chiedere una “Galette”: a differenza della burrosa Crêpe, la Galette è realizzata con farina di grano saraceno e viene utilizzata come primo piatto, farcita con un gustoso ripieno salato come il classico prosciutto cotto e formaggio.


Se si vuole provare una specialità francese dal gusto particolare, si può accompagnare la Crêpe con il Sidro, una bevanda alcolica ottenuta dal succo di mela fermentato. Per gustare invece al meglio i secondi piatti di mare si può optare per un buon Muscadet, un vino prodotto nei dintorni di Nantes, dove approfittando della visita ai vigneti, si possono degustare le diverse varietà di vino nelle vere cantine storiche.

 

Altri articoli