Omelette con Tronchetto di Capra

Omelette con Tronchetto di Capra

In questo articolo troverete tutti i segreti per realizzare delle perfette omelette con tronchetto di capra.

L’omelette è una ricetta francese che può essere preparata sia nella sua versione dolce che in quella salata. Questa ricetta è alla portata di tutti in quanto molto semplice da realizzare, ma quando è eseguita da un professionista diventa un piatto molto elegante. Il ripieno può essere molto semplice oppure elaborato.

Spesso l'omelette viene confusa con la frittata, la differenza tra i due piatti sta nel metodo di cottura: tendenzialmente si usa cuocere un solo lato dell’omelette mentre l’alto rimane morbido, semiliquido e termina di cuocere grazie alla capacità dell’uovo di trattenere il calore anche a cottura ultimata.

I segreti per un’ottima omelette


Per preparare un’ottima omelette, bisogna seguire delle indicazioni che non dovrebbero mai essere dimenticate. Eccole di seguito.

Per prima cosa bisogna utilizzare il burro chiarificato. Questo non è un semplice burro, ma un particolare tipo di burro privato dalle proteine del latte che hanno la caratteristica di bruciare a temperature molto più basse rispetto agli altri ingredienti.

Ottenere il burro chiarificato non è per nulla un’operazione difficile: basta mettere un panetto di burro in un pentolino a bagnomaria e attendere che in superficie affiori una patina di colore bianco.

Questa patina è composta dalle proteine del latte che con il calore si sono staccate dagli altri componenti del burro. Con una schiumarola o un cucchiaio va eliminato questo strato bianco. Al tempo stesso possiamo notare che sul fondo del pentolino si è depositata un’altra sostanza: questa è la caseina. Per eliminare la caseina occorre premunirsi di un panno di cotone pulito, oppure di un filtro apposito. Tramite l’utilizzo del filtro si estrae un liquido molto chiaro e dorato, cercando di non prelevare anche le parti depositate sul fondo.

Questo liquido dorato è il burro chiarificato, con la caratteristica di avere un punto fumo talmente alto che molto spesso è utilizzato per friggere.

Il calore e la cottura: elementi indispensabili

Per capire se la padella ha raggiunto la temperatura giusta, non occorre essere muniti di un termometro professionale, basta solo la sensibilità di una mano: mettete una mano a un centimetro dal fondo della padella e verificate a questa distanza l'effettiva percezione del calore, se riuscite a sentirlo significa che la padella ha raggiunto la temperatura ideale per cuocere nel modo migliore le uova.

Inoltre, per ottenere una consistenza perfetta dell’omelette, il segreto è il movimento che siamo in grado di applicare a essa durante la cottura. Quando versiamo le uova nella padella, dobbiamo continuare a sbatterle con la forchetta in modo da continuare a incorporare aria e allo stesso tempo permettere alla parte superiore, che rimane liquida, di entrare in contatto con il fondo caldo della padella. In questo modo l’uovo si gonfia, aumentando la sofficità delle uova, ma allo stesso tempo diventa molto liscio.

Lo studio dei tempi

Un suggerimento per ottenere delle omelette speciali è di non sbattere le uova fino a un momento prima di versarle nella padella molto calda: in questo modo l’uovo, entrando in contatto con la superficie rovente del tegame, si coagula immediatamente e sigilla le bolle di aria create con il movimento applicato per sbattere le uova. Conservando l’aria, l’omelette assume una consistenza molto leggera e particolarmente vaporosa.

Arrivati a questo punto, va aggiunto il condimento. Una mano esperta con un colpo di polso è capace di racchiudere qualsiasi condimento dentro l’omelette sigillando magicamente tutti i bordi; non tutti, però, sono grandi professionisti, per questo ci si può aiutare con una spatola di gomma per poter chiudere a metà la nostra omelette e fare in modo che la mezza luna si sigilli.

Il condimento perfetto: il Tronchetto di Capra

Questa specialità può essere farcita in mille modi: con formaggi, prosciutto, verdure crude, cotte, carne e pesce.

Per calcolare i tempi di cottura bisogna osservare gli ingredienti e capire se hanno bisogno di essere lavorati prima di entrare in contatto con l'omelette.

Se la preparazione del ripieno richiede tempi piuttosto elevati, questo deve essere preparato molto prima di incominciare a lavorare le uova. Questo perché l’omelette cuoce in pochissimi minuti e non possiamo permetterci di lasciare le nostre uova sul fuoco per tempi più lunghi, se cuoce troppo la facciamo diventare una frittata.

Ed è proprio questa la grande differenza tra l’omelette e la frittata: il tempo di cottura di un’omelette è molto basso pertanto l’uovo rimane morbido e bavoso. Per mantenere una consistenza bavosa esistono dei trucchetti che chi è del mestiere applica quotidianamente a questo genere di preparazione.

Un ingrediente indispensabile per un’ottima omelette è l’aggiunta di panna fresca alle uova: questo permette di mantenere un cuore umido all'interno che conferisce a questa preparazione proprio la sua consistenza inconfondibile.

Un altro segreto è la quantità di uova utilizzate: per preparare un’omelette da manuale, le uova devono essere minimo tre e non più di otto. Nel caso in cui ci si trovasse nella necessità di usare più uova, si preparano semplicemente più omelette.

La quantità di burro utilizzata per la cottura delle omelette perfette si aggira attorno ai 10 grammi per ogni uovo.

Il ripieno perfetto dell’omelette è quello formato da ingredienti che non hanno bisogno di alcuna cottura, perché il calore trattenuto dalle uova è sufficiente per terminare la cottura del piatto.


Per questo motivo il formaggio è un ingrediente molto gettonato per preparare delle deliziose omelette in quanto ha la capacità di sciogliersi in tempi molto brevi, ma anche perché se non dovesse fondersi in modo perfetto con il calore delle sole uova, rimane sempre davvero molto sfizioso.

Il tronchetto di Capra è un formaggio francese a pasta morbida che regala al palato un sapore un po’ acidulo, che diventa una vera e propria delizia quando è leggermente scaldato; ed è proprio per questo suo sapore unico che risulta essere perfetto come ripieno per le omelette.

Il tronchetto di Capra è fatto interamente con latte di capra che, dopo una stagionatura piuttosto breve, presenta una pasta omogenea e una consistenza friabile. Il sapore di questo formaggio è leggermente fruttato, molto morbido e che persiste a lungo sul palato.

Il sapore del tronchetto di Capra è inconfondibile, ma allo stesso tempo leggero. Questo permette un meraviglioso abbinamento con le uova. I due sapori si accompagnano ed esaltano senza coprirsi l'uno con l’altro.

Mangiare un’omelette condita con il tronchetto di Capra è un’esperienza unica, perché tutti i sapori sono facilmente riconoscibili.

Per chiudere il cerchio in modo perfetto, abbinate all’omelette con tronchetto di Capra un bicchiere di vino bianco leggero e frizzante.

Ricette omelette con tronchetto di Capra

30 g di Burro Président

40 g di Tronchetto di Capra Président

3 uova intere

2 cucchiai di panna fresca

1 pizzico di sale

1 ciuffo di prezzemolo tritato

Per preparare un'omelette con tronchetto di Capra, rompete le uova in una ciotola e sbattetele leggermente con una forchetta.

Aggiungete la panna fresca, un pizzico di sale, il prezzemolo tritato molto fine e il Tronchetto di Capra Président sbriciolato.

Amalgamate bene tutti gli ingredienti.

Fate riscaldare molto bene una padella e lasciate sciogliere al suo interno il Burro Président.

Versate il composto di uova e formaggio caprino nella padella e fatelo rapprendere leggermente a fuoco medio.

Con una forchetta stracciate le uova in modo da far scendere la parte liquida.

Dopo mezzo minuto l’omelette sarà quasi pronta.

Inclinate la padella e fate scorrere l’omelette verso l’estremità inferiore; quindi fatela rigirare su se stessa in modo da racchiudere la parte ancora molle e bavosa nel guscio di uovo rappreso e leggermente dorato.

Potete anche aggiungere altri ingredienti, come ad esempio i funghi, ecco di seguito la ricetta:

250 g di funghi champignon

150 ml di besciamella

150 g di Tronchetto di Capra Président

40 g di Burro Président

4 uova

1 spicchio di aglio

Timo q.b.

Sale q.b.

Pepe q.b.

Per preparare le omelette con i funghi e il formaggio di capra, prima di tutto pulite e mondate i funghi champignon. Affettate finemente i funghi e fateli cuocere in una padella con l’aglio schiacciato ma incamiciato e metà del Burro Président. Regolate di sale e pepe e cuocete fino a esaurire l’acqua rilasciata dai funghi. In una ciotola mescolate i funghi con la besciamella.

Tagliate il Tronchetto di Capra Président in fette spesse 1/2 centimetro.

Rompete le uova in una terrina e sbattetele leggermente con una forchetta e un pizzico di sale.

Scaldate bene una padella e lasciate sciogliere come sempre il Burro Président rimasto. Versate le uova nella padella calda e con una forchetta rompetele in modo da far rapprendere tutta la parte liquida.

Farcite l’omelette con la besciamella ai funghi, i dischi di Tronchetto di Capra Président e arrotolate l’omelette. Con una paletta schiacciatela leggermente e toglietela dal fuoco.

Impiattate l’omelette ai funghi champignon e Tronchetto di Capra Président e insaporite con qualche foglia di timo fresco.

Il formaggio di capra a contatto con le uova calde si ammorbidirà e sprigionerà il suo sapore e il profumo che andranno ad amalgamarsi con quelli dei funghi e la besciamella.

 

Queste sono solo alcune idee per preparare delle deliziose omelette con il tronchetto di capra, gli ingredienti che si possono aggiungere a questo formaggio sono molti e tutto quanto dipende solo dalla vostra fantasia e dal vostro gusto.

Altri articoli