Secondi Piatti Tipici della Cucina Francese

Secondi Piatti Tipici della Cucina Francese

Nella tradizione francese, il momento del pasto non è solo il tempo durante il quale ci si ferma per mangiare una cosa al volo, ma una vera e propria cultura

Infatti, in Francia, la gastronomia ha un posto fondamentale nella cucina di tutti i giorni, e la cucina francese lo dimostra con dei piatti che hanno fatto il giro del mondo per la loro originalità e bontà.

Il pasto tradizionale nella regione d’Oltralpe si basa sui secondi piatti, che costituiscono un valido piatto unico per tutto il pasto, considerando l’abbondanza delle portate principali, spesso accompagnate da un sostanzioso contorno.
Uno dei secondi piatti che è spesso presentato come piatto unico è l’omelette
Questa preparazione è uno tra i piatti più amati della cucina francese, sia all’interno del paese sia all’estero, poiché è un piatto così semplice da preparare e altrettanto versatile da poter essere reinventato ogni giorno.

 

L’omelette è composta da un composto di uova, latte, sale e pepe, mescolate leggermente con la forchetta e cotte in una padella, unta con del burro, come fosse una frittata, ma soltanto da una parte sola; a cottura quasi ultimata, si aggiunge il ripieno prescelto al centro dell’omelette, che può essere composto da funghi saltati in padella, semplice prosciutto cotto o del formaggio tipico francese da sciogliere, come il cremoso Brie o il saporito Roquefort, per un gusto più deciso.
Una volta che la cottura è ultimata, si deve ripiegare l’omelette su sé stessa, formando una mezzaluna, e servire subito ai commensali prima che raffreddi.
Naturalmente questa preparazione può essere servita anche al naturale, senza ripieno, per renderlo più leggero e accompagnarlo magari a un secondo piatto di carne.

I secondi piatti della tradizione francese variano notevolmente spostandosi da una parte all’altra del paese.
Nel nord della Francia ad esempio, è famosa la Quiche Lorraine, una sorta di torta salata a base di pasta brisé o sfoglia, ripiena di un composto di uova, creme fraîche e pancetta.
Questa torta può essere servita sia calda sia fredda, tagliata a spicchi e accompagnata da un misto di verdure cotte.

Nel centro del paese invece, sono tipici i secondi piatti di carne come il Bœuf Bourguignon, a base di carne di manzo, vino rosso della regione della Borgogna e patate.
Questo piatto è preparato tradizionalmente la domenica nelle case francesi, perché la carne deve cuocere a lungo, a fuoco molto basso, nella casseruola assieme al vino, rendendo tenerissimi anche i tagli meno pregiati del bovino. 

Un altro piatto a base di carne di questa zona della Francia è il Coq au Vin, il pollo marinato nel vino rosso.
Questo secondo ha origine fin nell’antica Gallia, poiché fu servito addirittura al grande Giulio Cesare, imperatore romano, in onore della sua recente conquista del territorio.
Il Coq au Vin è un piatto molto sostanzioso, nel quale il pollo viene cucinato con cipolle, carote, vino rosso, aglio, funghi e pancetta, e servito con le patate a spicchi o accompagnato da una pasta fresca.

Nel sud della Francia invece, ci si basa su una cucina dal gusto più leggero: infatti, uno dei piatti tipici più conosciuti è la Ratatouille, una sorta di stufato di verdure miste, da servire caldo o freddo, secondo l’occasione.
Le verdure che si possono utilizzare sono i peperoni, le zucchine, le melanzane e i pomodori, che vanno cotte in casseruole diverse secondo il tempo di cottura di ogni verdura, insaporite con un trito di erbe aromatiche e poi riunite per ultimarne la cottura.

Restando nella parte bassa del paese, un altro secondo piatto della tradizione è la Tartiflette, uno stufato a base di patate, vino bianco, pancetta e fonduta di formaggio.
Questa preparazione è molto calorica ed è spesso consumata in inverno nell’Alta Savoia, preparandola con un formaggio tipico della zona, chiamato Reblochon.

 

Altri articoli