Crêpes ai funghi porcini e brie

Crêpes ai funghi porcini e brie
  • Più di 30 minuti
  • Crêpes
  • Bassa
  • 6 persone

Le crêpes ai funghi porcini e brie sono una golosa sorpresa.
Una sintesi culinaria paradisiaca per una ricetta cucinata con il Burro Président e farcita con funghi porcini, pomodoro e Brie Président.
La pietanza viene poi condita con parmigiano e origano. 

Il risultato è un piatto prezioso, con odori che preparano il palato al meglio e che lo rallegrano deliziandolo.

 

Preparazione

Per realizzare le crêpes ai funghi porcini e brie prendete una terrina capace, separate il tuorlo dall'albume e mettete quest'ultimo dentro una ciotola a parte.
Ora unite al tuorlo un uovo intero e il secondo tuorlo.
Aggiungete la farina, il sale e, a poco a poco, il latte freddo e il brandy.
Lavorate il tutto fino ad ottenere una pastella omogenea, quindi dedicatevi a montare a neve l'albume.
Una volta montato, unitelo delicatamente alla pastella.
A questo punto fate fondere il Burro Président a fuoco bassissimo e aggiungetelo al preparato, incorporandolo per bene.
Mettete a riposare il tutto in frigorifero per un'ora. 

Nel frattempo dedicatevi a preparare il ripieno: prendete una piccola casseruola, metteteci il burro e fateci saltare i funghi porcini.
Dopo che li avrete saltati, aggiustateli di sale e pepe e poi lasciateli intiepidire.
Unite quindi il pomodoro e il Brie Président tagliato a dadini.
Mescolate l'intingolo, lasciatelo in attesa e dedicatevi a cucinare le crêpes. 

Prendete un padellino, spennellatelo di burro e fatelo riscaldare.
Appena caldo, versateci una cucchiaiata di pastella e lasciatela dorare uno o due minuti per lato.
Ripetete l'operazione fino ad esaurire completamente il composto.
Infine, mettete sopra ciascuna preparazione un po' di ripieno. 

Concludete le vostre crêpes ai funghi porcini e brie ripiegandole a libro, adagiandole su una pirofila imburrata, cospargendole di parmigiano grattugiato, spolverizzandole con l'origano e versandoci sopra il burro fuso. 

Ad operazione conclusa, passatele nel forno preriscaldato a 180° per 10 minuti circa.
Presentate in tavola la pirofila e servite subito la pietanza. 

 

Curiosità

Il porcino è un fungo che vive in simbiosi con le radici di conifere, castagni, faggi e querce.

Il suo colore va dal rosso-bruno al marrone più o meno scuro. 

Nei porcini giovani, che presentano un gambo tozzo, il cappello è emisferico; in quelli adulti, il gambo risulta allungato e il cappello si presenta piatto e rialzato ai bordi.

I porcini sono ottimi cucinati in graticola ma risultano perfetti anche come ingredienti di una miriade di preparazioni gastronomiche: li troviamo affettati nei risotti, come ingrediente di sughi di carne, come componente di moltissime salse, torte salate ed insalate. 

Dopo essere stati essiccati, i porcini vengono fatti rinvenire in acqua e impiegati in diverse ricette: dalle pastasciutte ai risotti, a numerosi ripieni.

Infine sono ottimi anche conservati sott'olio.

 

Stampa la ricetta

Contenuti correlati