Crêpes con verza pancetta e brie

Crêpes con verza pancetta e brie
  • Più di 30 minuti
  • Crêpes
  • Bassa
  • 4 persone

Le crêpes con verza pancetta e brie sono un piatto unico dal sapore tondo e deciso.

Una pietanza che realizzerete con una ricca farcitura di verza, cipolla, pancetta e brie, sfumerete con aceto e impreziosirete con un tocco finale di miele. 

Un amalgama di sapori stuzzicante ed appetitoso, per una ricetta perfetta da servire nelle tavolate invernali.

La preparazione è inoltre di facile esecuzione ed il vostro successo in cucina sarà garantito.

 

Preparazione

Per realizzare le crêpes con verza pancetta e brie dovete prima di tutto prendere una terrina e versarci dentro la farina, il sale e le uova sbattute.
Amalgamate gli ingredienti e poi, continuando a mescolare, unite gradatamente il latte.
Incorporatelo tutto ed aggiungete l'olio extravergine d'oliva.
Girate ancora una volta ed infine riponete il tutto a riposare in frigorifero per 1 ora. 

Nel frattempo dedicatevi a preparare la farcia: mondate la verza, affettatela a listarelle sottili e fatela stufare in una casseruola con l'olio extravergine d'oliva, la cipolla e la pancetta tritate.
Aggiustate di sale e pepe e, se necessario, aggiungete anche qualche cucchiaiata d'acqua.
A questo punto fate stufare l'intingolo per 30 minuti circa.
Trascorso il tempo indicato, spruzzatelo con l'aceto e dolcificatelo con il miele.
Rimescolatelo per bene, spegnete il fuoco e lasciatelo intiepidire.
Una volta tiepido, unite anche il Brie Président tagliato a dadini. 

Ora dedicatevi a cucinare le crêpes: prendete una padella di medie dimensioni, spennellatela di Burro Président, fatela riscaldate per bene e versateci dentro due cucchiai di pastella.
Quindi lasciatela cuocere 2 minuti per lato e procedete così fino ad esaurimento del composto. 

Quando avrete realizzato tutte le crêpes, farcitele con il ripieno realizzato precedentemente.
Poi arrotolatele e disponetele in una pirofila rettangolare.
Concludete le vostre crêpes con verza pancetta e brie infornandole in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti.
A cottura raggiunta, servitele immediatamente in tavola.  

 

Curiosità

Il cavolo verza, denominato anche cavolo verzotto o cavolo di Milano, si presenta a fusto corto e foglie increspate.
Le sue foglie sono di colore verde e accostate in una “testa” globosa.
Simile al cavolo cappuccio, diversamente da questo presenta foglie grinzose e con nervature rialzate.


Questa qualità di cavolo si mangia sia crudo che cotto. 


Numerose le ricette tipiche e non che lo vedono come ingrediente di diverse portate.
Esso arricchisce minestre, si trova in zuppe della cucina tradizionale, come la milanese riso e verze, in piatti di carni in umido ed in pietanze come gli involtini farciti, nelle portate della cucina novarese e di quella ligure.
Rimanendo nell'ambito della gastronomia tipica, all'interno della cucina valtellinese, il cavolo verza viene utilizzato per la realizzazione dei famosi pizzoccheri. 


Il suo impiego gastronomico è diffuso anche in gran parte dell'Europa e in Giappone, dove si trova nella preparazione di alcune ricette di sushi.

 

Stampa la ricetta

Contenuti correlati