Filetto al roquefort

Filetto al roquefort
  • 20 minuti
  • Secondi
  • Bassa
  • 4 persone

Il filetto è uno dei tagli di carne tra i più nobili e pregiati.

Questo taglio proviene dalla zona lombare dell’animale.

Solitamente vengono usati filetti di bovino o suino che risultano più saporiti.

Per la nostra preparazione, invece, useremo un filet mignon di vitello, molto più delicato e adatto all’accostamento di salse dal gusto forte come quella che vedremo in questa ricetta, a base di Roquefort Président, un formaggio dal sapore molto deciso.

Preparazione

Per preparare il filetto al roquefort sgrassate la carne, pulitela e tagliatela a fette spesse di 5 cm.

Con dello spago da cucina legate ogni fetta.

Fate due giri intorno ad ogni filetto e fermate con un doppio nodo; tagliate lo spago in eccesso.

Fate sciogliere il Burro Président in una padella antiaderente.

Aggiungete i filetti e salateli avendo cura di non esagerare, perché la salsa è già di per sé molto saporita.

Fate cuocere a fuoco moderato per circa 6 minuti.

Trascorso il tempo necessario girate i filetti dall’altro lato, e cuocete per altri 6 minuti.

Quando i filetti saranno pronti toglieteli dalla padella e metteteli da parte.

Tagliate a cubetti il Roquefort Président e nella stessa padella dove avete cotto i filetti aggiungete il formaggio e la panna.

Fate cuocere a fiamma bassa fino a che il Roquefort non si sarà ben sciolto e avrà ottenuto una consistenza cremosa.

Prendete un bel piatto da portata e procedete all’impiattamento dei filetti avendo cura di eliminare lo spago da ogni fetta.

Disponete un filetto al centro di ogni piatto e circondatelo con del songino.

Glassate il filetto con la salsa al Roquefort.

Servite ben caldo e gustate questo delizioso piatto.

 

Curiosità

Il Roquefort è uno dei formaggi più apprezzati dai francesi ed è originario del sud della Francia. 

È un formaggio erborinato, prodotto con latte crudo di pecora; presenta delle caratteristiche venature di muffa blu.

Già nel 1945 ha ottenuto la denominazione AOC (appelation d’origine contròlè).

 

Stampa la ricetta

Contenuti correlati