Involtini di vitello con mortadella, camembert e salvia

Involtini di vitello con mortadella, camembert e salvia
  • Più di 30 minuti
  • Secondi
  • Bassa
  • 4 persone

Gli involtini di vitello con mortadella, camembert e salvia, sono un delizioso secondo piatto realizzato con il Camembert Président.

Una portata preparata con tenere fettine carne, che al loro interno avvolgono un morbido ripieno di formaggio e mortadella.

Questi saporiti ingredienti, combinati tra loro, daranno vita ad una portata gustosa e cremosa dal successo garantito.

 

Preparazione

Per preparare gli involtini di vitello con mortadella, camembert e salvia dovete prima di tutto battere per bene le fettine di vitello.
Salatele e dividetele in due nel senso della lunghezza.
Ad operazione conclusa, adagiate su ogni fettina una fetta di mortadella divisa a metà e una fetta di Camembert Président di circa mezzo centimetro di spessore.
Ora arrotolate la carne su sé stessa e fissatene poi l'estremità con gli stecchini. 

 

A questo punto mondate, lavate e tritate lo spicchio di cipolla. Una volta tritato, mettetelo a dorare dentro una padella capiente con alcuni cucchiai di olio extravergine d'oliva bollente.
Quando la cipolla risulterà ben imbiondita, unite gli involtini e le foglie di salvia.
Aggiustate di sale, sfumate il tutto con il vino bianco e mettete un coperchio.
Fateli cuocere per 20 minuti circa, rigirandoli di tanto in tanto. 

 

A cottura ultimata, liberateli degli stecchini e servite i vostri involtini di vitello con mortadella, camembert e salvia irrorandoli con il fondo di cottura.

 

Curiosità

In gastronomia l'involtino è costituito da una sottile fetta di carne che può essere di vitello, come nel caso della ricetta degli involtini di vitello con mortadella, camembert e salvia, oppure di maiale, di pesce (soprattutto di pesce spada e di salmone), o di verdura.
La fettina, arrotolata attorno ad un ripieno e fermata con uno stuzzicadenti o con del filo, dà vita a numerosi secondi piatti e antipasti.

 

Gli involtini possono essere cotti in padella, al forno o stufati.

 

Diffusissimi nella tradizione culinaria di molti paesi, possono essere realizzati anche con la sfoglia di riso, o di foglie di vite (tra gli esempi ci sono i dolmades greci).

 

Stampa la ricetta

Contenuti correlati