Lasagne con zucchine e brie

Lasagne con zucchine e brie
  • Primi
  • Bassa
  • 6 persone

Le lasagne con zucchine e brie sono un primo piatto dal successo garantito.

Una preparazione saporita ed armoniosa, dove il sapore delle zucchine, cucinate in olio extravergine d'oliva, si sposa con il porro e i pomodori e con il profumo del basilico.

Un intingolo gustoso che andrà poi a condire, insieme al Brie Président, alla panna e al parmigiano, deliziose sfoglie di lasagne all'uovo.

Il tutto sarà coronato, come gran finale, da una sfiocchettata di Burro Président.

Una volta pronta, questa pietanza, poco elaborata ma golosa, risulterà perfetta sia per un invito formale che per una cena informale.

 

Preparazione

Per realizzare le lasagne con zucchine e brie, dovete lavare prima di tutto i pomodori e poi tagliarli a filetti.

Ad operazione terminata, lavate, mondate e tagliate a cubetti le zucchine e a rondelle il porro.

Fate saltare tutto in padella con 4 cucchiai d'olio extravergine d'oliva.

Aggiustate di sale e pepe.

A metà cottura, aggiungete i pomodori e il basilico spezzettato.

Cuocete il tutto mescolando spesso e badando a non disfare le verdure, che dovranno rimanere croccanti.

A questo punto lessate le lasagne in abbondante acqua salata.

Dopodiché ungete una pirofila con un po' d'olio extravergine d'oliva e alternate strati di lasagne, zucchine, qualche cucchiaiata di panna, il Brie Président ridotto in fiocchi e un po' di parmigiano grattugiato.

Concludete le vostre lasagne con zucchine e brie, stendendo uno strato di panna, uno di fiocchetti di brie e un po' di Burro Président in fiocchi, distribuiti su tutta la superficie.

Infine passate la pirofila in forno a 200° per 10 minuti e servite la vostra deliziosa preparazione una volta che si sarà intiepidita.

 

Curiosità

Il basilico è un aroma che primeggia nelle ricette della cucina mediterranea, dove le foglie di questa pianta aromatica si usano soprattutto fresche.

Le sue origini sono però indiane. Considerato nell'antichità come una pianta regale, il basilico è avvolto da curiose credenze, nate in seno a culture diverse.

Per i popoli Hindu, appoggiare una foglia di basilico sul petto di un defunto garantiva l'immortalità del morto. Sia i Greci che i Romani erano invece fermamente convinti che nell'operazione di piantare i semi di basilico fosse necessario urlare al cielo, pena la mancata crescita della pianta.

Si parla del basilico anche in ambito cristiano, dove si racconta che intorno alla tomba di Gesù, dopo la sua resurrezione, sia cresciuto il basilico.

In molte chiese di fede ortodossa s'impiega questa pianta aromatica per preparare l'acqua benedetta e si sistemano piantine di basilico sotto l'altare.

 

Stampa la ricetta

Contenuti correlati