Polpette di carne al roquefort

Polpette di carne al roquefort
  • Secondi

Le polpette di carne al roquefort sono un delizioso secondo piatto dal gusto pieno. 

La ricetta che vi proponiamo di realizzare prevede un ripieno di Roquefort Président e una cottura al forno, per un risultato più leggero.
La pietanza diventerà protagonista della vostra tavola e della vostra cucina con una preparazione pratica e semplice, che vi farà fare sempre una bella figura.

 

Preparazione

Per realizzare le polpette di carne al roquefort dovete prima di tutto prendere una ciotola e mettere al suo interno la mollica di pane con un po' di latte di modo che si ammorbidisca.
Dopodiché, prendete una terrina capiente e metteteci la carne macinata, le uova, il sale, il pepe, la noce moscata, il prezzemolo lavato e tritato, la patata precedentemente mondata, lavata e grattugiata a crudo, l'aglio mondato, lavato e tritato, il grana grattugiato e la mollica di pane strizzata e sbriciolata.
Amalgamate bene il tutto fino ad ottenere un impasto compatto e morbido ma non troppo molle. 

A questo punto inumiditevi o infarinatevi le mani, prendete tra le mani un po' di carne condita e formate delle palline grandi quanto un'albicocca.
Al centro di ciascuna mettete un tocchetto di Roquefort Président, poi richiudete bene in modo che il formaggio non fuoriesca durante la cottura. 


Realizzate tutte le polpette di carne al roquefort, sistematele in una teglia rivestita di carta da forno e mettetele in forno preriscaldato a 200° per 25-30 minuti, avendo cura di girarle di tanto in tanto.


Quando mancano 5 minuti allo scadere del tempo di cottura, mettete il forno sulla funzione grill per dorare la superficie e poi sfornate le vostre deliziose polpette di carne al roquefort e servitele in tavola. 

 

Curiosità

Le polpette sono preparazioni costituite da un impasto a base di pesce, di ortaggi, di seitan, di avanzi di carni crude e tritate, di carne macinata di un'unica qualità o mista.
Tra le polpette a base di carne mista ci sono quelle con il roquefort.

Prima del 1300 non esistono ricettari che riportano questo tipo di preparazione culinaria e le prime testimonianze risalgono al XV secolo: le troviamo nel testo del cuoco e gastronomo Maestro Martino, il Libro de Arte Coquinaria.


Le polpette sono una pietanza dalle infinite varianti, che si abbina con ogni sugo, con il pane, con la pasta, e costituisce un secondo piatto, o, quando molto piccole, persino un antipasto.


Modellate a forma di sfera o di tondo schiacciato, si cucinano fritte o al forno, con o senza impanatura.
Si stufano in qualsiasi salsa e si possono cuocere anche alla griglia.


Tradizionalmente l'impasto più ricorrente è costituto da carne macinata, mollica o pangrattato, tuorlo d'uovo, prezzemolo e sale.

 

Stampa la ricetta

Contenuti correlati