Le specialità della cucina francese

Le specialità della cucina francese

Piatti Tipici Francesi - Scopriamo i segreti dell'Alta Cucina

La Francia, si sa, è rinomata in tutto il mondo per il suo tipo di cucina e per le sue specialità. Pietanze come le escargot, il foie gras o le crepes, anche se sono nate in questa nazione, ormai vengono cucinate ovunque, perché il richiamo alla cucina francese è da sempre sinonimo del buon cibo di qualità.

Tra gli chef più importanti nel mondo risaltano quelli francesi, come Daniel Boulud e Alain Ducasse, che hanno portato l’arte della cucina francese ad altissimi livelli: infatti, si può proprio parlare di arte quando davanti ai nostri occhi vengono portati dei piatti che più che composti da vero cibo, sembrano delle vere e proprie opere artistiche.

La cucina in Francia oggigiorno si suddivide tra l’alta cucina francese e la cucina classica francese che si differenzia da regione a regione.

Quando si parla di cucina francese, non si può parlare infatti di un solo tipo di cucina: infatti, ogni zona della Francia ha le sue specialità e i suoi piatti tipici.

Il nord-ovest della Francia ad esempio, che comprende la Bretagna e la Normandia, si differenzia totalmente dal sud del Paese. 

La Bretagna, in particolare, è famosa per le sue immancabili ostriche, che i puristi vorrebbero vedere in tavola solo nei mesi con la “R”, ossia da settembre ad aprile; oltre a questi famosissimi molluschi afrodisiaci, la regione vanta degli allevamenti notevoli di cozze, che riforniscono la maggior parte dei ristoranti in tutto il territorio francese. 

La Normandia invece, grazie ai suoi pascoli, ha dato i natali a molti formaggi molli, tra cui due tra i più conosciuti nel mondo, il Camembert e il Brie.

La cucina provenzale, a differenza dai cibi francesi del nord della Francia, è molto più leggera ed aromatica, infatti la Provenza è nota per le sue erbe, che oltre ad essere utilizzate in cucina, possono servire anche a profumare i cassetti della biancheria o gli armadi. La cucina marsigliese è conosciuta soprattutto per il suo piatto tipico, la Bouillabaisse, una zuppa di pesce composta da vari tipi di pesce locale, come la triglia, lo scorfano, il grongo e la gallinella, ai quali si aggiungono crostacei e molluschi e volendo, anche il polpo e l’aragosta. 

Ciò che accomuna i cibi in ogni parte del territorio francese sono le salse: infatti, sono utilizzate in tantissime pietanze, dalle zuppe alle carni. Le ormai internazionali besciamella e maionese, per non parlare poi della senape, sono nate in Francia e vengono ancora utilizzate costantemente nel Paese. 

Tra i prodotti francesi che non mancano mai in tavola, c’è sicuramente il formaggio: dal camembert, al roquefort, al brie, ogni formaggio è presente a fine pasto tra il secondo e il dolce, per ripulire la bocca dai sapori forti e addolcirla con quelli tipici dell’entroterra francese.

Un altro ramo di questa cucina che fa venire l’acquolina alla bocca a tutti è sicuramente quello dei dolci.

I dolci della cucina francese sono famosi in tutto il mondo, dalle crepes per finire con le torte e le mousse.

Proprio le crepes sono un piatto tipico della Bretagna, dove si consumano sia dolci, con marmellata, crema pasticcera o semplice zucchero a velo, oppure salate, preparate con un impasto di grano saraceno e farcite con uovo, prosciutto e formaggio; queste ultime prendono il nome di galette. Per accompagnare le crepe e le galette si può gustare un bicchiere di ottimo sidro fresco oppure un boccale di birra. Per quanto riguarda la cucina francese, dolci come la millefoglie, i bignè e i croissant sono stati “rubati” dalla madrepatria francese e sono considerati ormai dolci internazionali.

Se si è a dieta, forse non è l’ideale esplorare la cucina francese, però si può sempre trovare un compromesso con qualche ricetta facente parte della cucina francese originale, presente ormai nei ristoranti e nei libri di cucina moderni: le crepes e le omelette ad esempio, possono essere rese light con una diminuzione del burro, e così pure gli arrosti possono essere alleggeriti riducendo i grassi per cuocerli, come auspicava la nouvelle cuisine francese degli anni settanta.

Non ci resta che addentrarci in questo mondo con un viaggetto in Francia o ricrearlo nella nostra cucina con degli ingredienti tipici francesi.

Altri articoli