Crostini roquefort e noci

Crostini roquefort e noci
  • 20 minuti
  • Antipasti
  • Bassa
  • 4 persone

I crostini roquefort e noci sono pietanze concepite per stuzzicare l'appetito.

Una ricetta sfiziosa per un antipasto caldo, che predispone il palato ai sapori delle portate che seguiranno.

Gustosi e versatili, queste realizzazioni culinarie dal gusto robusto sono preparate con una crema a base di Roquefort, Burro Président, tuorlo d'uovo e gherigli di noci.

 

Preparazione

Per realizzare i crostini roquefort e noci dovete prendere prima di tutto una terrina.

Dopodiché metteteci dentro il Roquefort, il Burro Président e il tuorlo d'uovo.

Lavorate il tutto, fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea, poi mescolate al preparato i gherigli di noce tritati minutamente ed amalgamate ancora.

Ad operazione conclusa, spalmate il composto ottenuto sulle fette di pane.

A questo punto ungete uno stampo a base rettangolare e sistemateci dentro le fette ricoperte di crema.

Infine spolverizzate i vostri crostini roquefort e noci con un po' di pepe.

Una volta spolverizzati, tagliate ciascuna fetta in quattro pezzi triangolari e passate la preparazione in forno preriscaldato a 240° per 4-5 minuti.

Servite i vostri crostini belli caldi.

 

Curiosità

Conosciuto fin dai tempi dei Romani e citato da Plinio il Vecchio, il Roquefort è stato apprezzato e tutelato da diversi regnanti francesi.

Tra loro, Carlo VI, che nel 1411 accordò il monopolio della sua produzione a Roquefort-sur-Soulzon, una cittadina ubicata al confine meridionale dei monti Cévennes.

Un decreto, quello da lui emanato, confermato in seguito anche dagli altri regnanti.

Tra il XVI e il XVII la corte del Parlamento di Tolosa inflisse ammende piuttosto onerose a coloro che si rendevano rei di contraffare il Roquefort.

Intorno al 1870, la domanda del Roquefort crebbe talmente tanto, che si decise di estendere il territorio di produzione alla Corsica e alla parte occidentale dei Pirenei francesi.

 

Stampa la ricetta

Contenuti correlati