Ricetta pasta frolla - Ricetta per preparare la pasta frolla

Ricetta pasta frolla - Ricetta per preparare la pasta frolla

La pasta frolla è la base di pasta più conosciuta; alcune volte viene sostituita da varianti facili e più leggere: dalla pasta sablée o brisée e più raramente dalla pasta sfoglia, che richiede una lunga lavorazione.

La pasta frolla è la base di pasta più conosciuta; alcune volte viene sostituita da varianti facili e più leggere: dalla pasta sablée o brisée e più raramente dalla pasta sfoglia, che richiede una lunga lavorazione.

La pasta frolla prevede un impasto veloce da preparare, che si può realizzare anche in anticipo e conservare in frigorifero avvolto in un foglio di pellicola trasparente.

Caratteristica principale della pasta frolla, da cui deriva il nome, è la friabilità, e le qualità di zucchero e burro sono determinanti per la riuscita della ricetta.

Per ottenere un buon prodotto è importante che la preparazione, meglio se lavorata con le mani, non si scaldi troppo: il calore eccessivo infatti, porta alla formazione di una pasta elastica, mentre ciò che interessa a noi è una pasta friabile (se necessario raffreddare le mani in acqua fredda).

Il metodo di lavorazione, il rispetto delle proporzioni degli ingredienti e la scelta delle materie prime sono il segreto per una riuscita ottimale della frolla, ma in generale di qualsiasi dolce, torte comprese, che tanto piacciono ai bambini*.

 

Ingredienti pasta frolla

Per realizzare la pasta frolla occorrono: farina, zucchero, uova, sale, burro e aroma a piacere.

Ricetta della pasta frolla (per 500 grammi di pasta):

250 g di farina; 1 uovo intero; 80 g di zucchero; 150 g di burro ammorbidito; un pizzico di sale

Per preparare la pasta frolla in casa, setacciate la farina in un recipiente e in una terrina battete l'uovo intero con un pizzico di sale e lo zucchero finché si formerà una crema schiumosa e bianca, dopodiché versate a pioggia la farina mescolando continuamente. Quando tutta la farina sarà assorbita, strofinate tra le mani un po' per volta piccole quantità di pasta di modo che questa prenda una consistenza sabbiosa; stendete sulla pasta il burro ammorbidito a temperatura ambiente (non deve essere assolutamente sciolto o freddo) e fatelo penetrare lavorando la pasta rapidamente con la punta delle dita; appena l'impasto sarà omogeneo, formate una palla, avvolgetela in un foglio di pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero almeno 1 ora.

 

Biscotti di pasta frolla

La preparazione dei biscotti solitamente avviene con l'impiego di farine tenere che contengono meno glutine e permettono la realizzazione di biscotti friabili.

Quelli di pasta frolla devono seguire una regola irrinunciabile: la pasta, una volta lavorata, va tenuta in frigorifero almeno 1 ora; altra regola riguarda uova e burro: entrambi devono essere utilizzati a temperatura ambiente.

I biscotti di pasta frolla si possono aromatizzare in base al proprio gusto e la propria fantasia con limone, un pizzico di vaniglia, arancia, estratto di mandorle, rum e chi più ne ha più ne metta. Ma non finisce qui: questi dolcetti possono essere farciti di marmellata o crema di nocciole.

Una volta preparati, per conservarne a lungo la freschezza, è consigliabile sistemare i biscotti in contenitori ermetici.

 

Pasta frolla per crostata

La pasta frolla per crostata è impiegata insieme alla sablée e alla brisée per la realizzazione di crostate il cui ripieno viene aggiunto solo dopo la cottura parziale o totale della crosta.

Come la pasta sfoglia, la pasta brisée viene impiegata anche per confezionare crostate farcite prima della cottura.

Una volta realizzata, la frolla per crostata si dovrà sistemare dentro lo stampo, quindi bisognerà bucherellarne il fondo con i rebbi di una forchetta, successivamente cospargerlo con uno strato di fagioli secchi crudi. L'operazione farà sì che la pasta non si sformi durante la cottura. Eliminati i fagioli, si dovrà spennellare la pasta con uovo battuto; dopo si procederà a versare il ripieno e a ultimare la cottura.

Per evitare che la pasta frolla si inumidisca troppo a contatto con la farcia (una crema, un ripieno di ricotta, frutta etc.), prima di farcirla è bene cospargerla con uno strato di biscotto pestato o di pangrattato finissimo.

Per le farce di frutta o marmellata si può evitare la fuoriuscita del ripieno oltre il bordo della crosta mescolandole anticipatamente con un albume battuto a neve.

Una volta che la crosta sarà cotta, bisognerà toglierla dallo stampo e sistemarla su una gratella per 10 minuti. Quest'accortezza farà sì che la crostata, raffreddandosi, non formi umidità alla base.

Una precisazione: non sempre la crostata di pasta frolla necessita di una precottura, è il caso della crostata farcita con pan di Spagna, sormontata da frutta e cosparsa di crema (ottima anche la crema senza glutine), che viene cucinata direttamente in forno.

 

Pasta frolla morbida

Profumata, semplice da realizzare in cucina, la pasta frolla è una pasta popolare che si può preparare tutto l'anno farcendola con frutta fresca, frutta sciroppata, composte o creme (crema pasticcera, al cioccolato e tanto altro).

Per ottenere una pasta frolla morbida, bisogna unire alla farina mescolata con lo zucchero un tuorlo d'uovo sodo finemente setacciato.

L'impasto deve riposare almeno 30 minuti.

 

Pasta frolla montata

La pasta frolla montata dà vita a dolci friabili e profumati aromatizzati con aromi vari.

I biscotti preparati con la pasta frolla montata hanno bisogno dell'impiego della sparabiscotti o di una sac-à-poche.

La pasta frolla montata è perfetta quando è completamente liscia.

I suoi ingredienti sono gli stessi della pasta frolla classica (burro, farina, zucchero e uova), ma c'è una variazione nelle dosi: saranno queste a dar vita a un impasto montato.

Per 375 g di farina occorreranno: 150 g di zucchero a velo; 250 g di burro a temperatura ambiente; 2 uova + 1 tuorlo; sale e aroma.

Diversa anche la lavorazione: questa pasta non dovrà essere lavorata a mano ma con una frusta o una planetaria con cui si dovrà montare il burro insieme allo zucchero e all'aroma scelto; si aggiungeranno le uova e la farina setacciata con il sale e si mescolerà il tutto con un cucchiaio di legno.

La pasta realizzata necessiterà di un riposo di almeno 1 ora e 30 minuti.

 

Cottura pasta frolla

La pasta frolla classica, se impiegata per realizzare crostate, necessita di una cottura “al bianco”, invece per i biscotti deve cuocere in forno preriscaldato a 180° per 15-20 minuti circa.

Cottura “al bianco”: una volta che la pasta sarà adagiata sullo stampo si dovrà bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta; quindi si sistemeranno in modo compatto i fagioli secchi; dopodiché la si infornerà in forno caldo a 230° per 20 minuti.

A cottura avvenuta, si tolgono carta e fagioli, si lascia raffreddare la crosta per 10 minuti, dopodiché la si sforma e si procede a farcire la crostata con un ripieno che non necessita di altra cottura (fragole cosparse di gelatina e decorate con panna montata).

Quando la crosta necessita di una seconda cottura (è il caso di una crostata farcita di crema) bisogna passare lo stampo in forno preriscaldato a 220° per 10-15 minuti, successivamente si versa la crema nella crosta in bianco; infine si inforna nuovamente per una seconda cottura di 20 minuti circa (dipende dal tipo di farcia).

 

Pasta frolla senza burro

Una pasta frolla senza burro molto gustosa, soffice e più pastosa si ottiene sostituendo nelle medesime quantità il burro con lo strutto (ottenuto dai grassi del tessuto adiposo del maiale).

Il procedimento per preparare questa pasta è identico a quello richiesto per la pasta frolla con burro. 

 

Pasta frolla integrale

La pasta frolla integrale è una pasta rustica, facile da preparare, gustosa e perfetta per realizzare sia biscotti che crostate.

Per preparare la pasta frolla integrale bisogna procedere alla sabbiatura e come per la pasta frolla classica bisogna lavorare velocemente gli ingredienti di modo che il calore delle mani non riscaldi eccessivamente l'impasto compromettendone il risultato finale.

Una volta pronta, avvolta a palla in un foglio di pellicola trasparente dovrà riposare in frigo per 30 minuti.

Per impastare 320 g di farina integrale bisogna utilizzare 280 g di farina 00, 280 g di burro, 240 g di zucchero, 2 uova, un pizzico di sale e aroma a piacere.

 

 

Pasta frolla dietetica

È possibile realizzare una pasta frolla dietetica deliziosa e speciale? Sì: basta avere in dispensa un formaggio fresco e magro come la ricotta, quindi prendere una ciotola, metterci la ricotta, scioglierla nel latte con un frustino e amalgamare il tutto fino a ottenere un impasto liscio a cui, senza smettere di lavorare, andranno aggiunti farina e zucchero; dopodiché la pasta dovrà riposare in frigorifero per 1 ora.

Una volta in teglia la frolla light dovrà subire una cottura “al bianco” per 10 minuti a 200°; tolti i fagioli, si procede a una seconda cottura di 15 minuti, la si lascia raffreddare e si procede alla farcitura. 

La ricotta si può sostituire con cagliata fresca sgocciolata.

 

Pasta frolla veloce

Per realizzare la pasta frolla veloce basta mettere la farina, il burro morbido, i tuorli d'uovo, lo zucchero e un pizzico di sale nel mixer inserendo la lama di plastica; frullare gli ingredienti a media velocità fino a ottenere un composto sabbioso e versare il preparato sul piano di lavoro, compattando il tutto con gesti veloci; formata una palla e avvolta con pellicola trasparente, la pasta frolla veloce deve riposare in frigorifero per 30 minuti.

 

Pasta frolla con margarina

La pasta frolla con margarina è un impasto vegetariano in cui la materia grassa animale viene sostituita con quella vegetale.

Ottima per realizzare biscotti e crostate, s'impiega e si lavora nel medesimo modo della pasta frolla con il burro.

 

Pasta frolla con lievito

Tra le numerose ricette per la pasta frolla troviamo quella con lievito, dove l'aggiunta dell'agente lievitante dona alla frolla maggiore friabilità.

In questo tipo di pasta è importante setacciare la farina insieme al lievito. Per 500 g di farina occorreranno 8 g di lievito per dolci.

Il metodo di lavorazione e i tempi di riposo sono uguali a quelli della pasta frolla senza lievito.

 

Pasta frolla friabile

Si può ottenere una pasta frolla friabile anche senza l'aggiunta del lievito. Ma come? Nella ricetta classica basterà sostituire lo zucchero semolato con lo zucchero a velo ottenendo così una pasta frolla fine e friabile.

Anche l'impiego dei soli tuorli delle uova contribuisce a rendere più friabile la frolla.

 

Pasta frolla cacao

La pasta frolla al cacao è una variante della classica frolla e si realizza aggiungendo cacao in polvere all'impasto.

La pasta frolla con cacao è perfetta per realizzare biscotti e crostate e s'impasta sostituendo 50 g di farina (vedi pasta frolla) con 50 g di cacao amaro.

 

Pasta frolla senza zucchero

Nella pasta frolla senza zucchero si sostituisce la quantità zucchero prevista nella pasta frolla classica con la medesima quantità di malto d'orzo.

Il risultato? Una frolla un po' meno dolce, ma altrettanto deliziosa.

 

Pasta frolla con olio

La pasta frolla con olio è profumata e adatta sia per confezionare biscotti sia per creare crostate.

Per prepararla sarà necessario utilizzare un olio extravergine d'oliva leggero; per avere un impasto dalla consistenza perfetta sarà necessario aggiungere più tuorli rispetto alla ricetta tradizionale.

Per 600 g di farina ci vorranno 200 g di olio extravergine d'oliva leggero, 4 uova medie, 2 cucchiaini di lievito, 200 g di zucchero, un pizzico di sale e un aroma a piacere.

Setacciate in una ciotola la farina con il lievito, quindi fate un buco al centro; in una terrina separata rompete le uova, separate i tuorli dagli albumi e mettete questi ultimi in un recipiente a parte; dopodiché aggiungete l'olio ai tuorli e sbattendo il tutto con una frusta unite anche lo zucchero. Lavorate il composto fino ad avere un preparato ben amalgamato; dunque versatelo al centro della farina insieme agli albumi battuti con il sale e amalgamate il tutto fino ad ottenere un panetto compatto e morbido che, avvolto in una pellicola trasparente, andrà adagiato in frigorifero per 1 ora.

 

Strudel di pasta frolla

Lo strudel di pasta frolla è una ricetta tipica del Südtirol. Nella sua versione più famosa è una preparazione farcita con mele, pinoli e uvetta.

Per prepararlo, dentro una ciotola, impastate velocemente il burro (a temperatura ambiente) insieme allo zucchero e alla scorza di limone fino ad ottenere una pasta omogenea; aggiungete l'uovo ed il latte; amalgamate ancora e unite la farina setacciata con il lievito. Impastate il tutto e mettete la pasta a riposare per 30 minuti.

Nel frattempo mondate e tagliate a fettine le mele, mescolatele allo zucchero, al pane grattugiato, all'uva sultanina, ai pinoli, al rum, alla cannella e alla scorza di limone.

Preriscaldate il forno.

Su una spianatoia infarinata, con l'ausilio del mattarello, stendete la pasta raggiungendo i 4 millimetri di spessore; sistematela in una teglia con carta da forno e farcitela con il ripieno di mele. Ultimate lo strudel ripiegandone la pasta e spennellandone la superficie con un uovo sbattuto; infornatelo in forno caldo a 180° per 35 minuti. A cottura raggiunta sfornatelo e, una volta tiepido, cospargetelo di zucchero a velo.

Ingredienti per la pasta:

250 g di farina 00; 125 g di burro; 125 g di zucchero a velo; 1 uovo; 1 cucchiaio di latte; 1 cucchiaino di lievito per dolci; un pizzico di sale; la scorza grattugiata di un limone

Ingredienti per il ripieno:

600 g di mele; 50 g di zucchero semolato; 50 g di pane grattugiato; 40 g di uva sultanina; 20 g di pinoli; 2 cucchiai di rum (noi abbiamo utilizzato il Brandy di Morgex); ½ cucchiaino di cannella in polvere; la scorza grattugiata di un limone.

 

* Sopra i tre anni.

Altri articoli