Zuppa Parmentier - la Zuppa Tradizionale con Mille Varianti

Zuppa Parmentier - la Zuppa Tradizionale con Mille Varianti

La zuppa parmentier, o potage parmentier, è un intramontabile classico della cucina francese. Viene preparato con ingredienti molto semplici: patate e porri.

Il nome di questo piatto, semplice e vellutato, è legato ad Antoine Parmentier: farmacista e agronomo francese della seconda metà del settecento, divenne famoso per aver effettuato importanti studi sulla patata durante la sua detenzione in Germania, in un carcere prussiano. 

Fino ad allora le patate erano considerate un alimento nocivo, altamente tossico, adatto solo a sfamare i maiali. 

Antoine Parmentier scoprì le eccezionali proprietà di questo tubero e divulgò tutti gli impieghi della patata in cucina. 

 

Tra gli aneddoti riguardanti Antoine Parmentier, che fu il promotore di questo alimento, ve n'è uno dove per destare l'interesse della massa verso questo tubero fece sorvegliare dalle guardie armate i terreni dove le coltivava. 

Questa anomalia bastò per attirare l'attenzione ed aumentare l'interesse del popolo francese che iniziò a pensare che le patate fosse un bene di grande valore tanto da organizzare delle retate notturne per rubarle. 

Fu così che Parmentier invertì la tendenza e le patate si diffusero prima in tutta la capitale, Parigi, poi in tutto il resto della Francia.

Oggi sappiamo che la patata è un'ottima fonte di proprietà benefiche per il nostro organismo ma Parmentier fu il precursore nello scoprirne gli effetti benefici. 

Le patate infatti sono particolarmente ricche di potassio e contengono fosforo, magnesio, zolfo, calcio, manganese e ferro, pochissimo sodio e sono ricche di vitamine del gruppo B, C e PP.

Se guardiamo le patete dal punto di vista salutistico sono un alimento particolarmente indicato da utilizzare durante la cena in quanto facilitano l'alcalinizzazione del sangue e sono un ottimo sostitutivo del pane per chi soffre di problemi diabetici.

La patate come tutti gli alimenti va conservata e cucinata nel modo giusto per mantenerne intatte tutte le proprietà.
Innanzitutto la patata dovrebbe essere cotta intera, con la buccia e possibilmente o in forno o al vapore.
Altra curiosità è che sarebbe ideale consumarle con la buccia!


Il delicato sapore delle patate viene esaltato da spezie, erbe o da altri ortaggi più saporiti.

Parmentier ci ha lasciato una ricetta per utilizzare al meglio la patata e realizzare la "potage parmentier" detta anche zuppa parmentier.

La deliziosa vellutata potage parmentier è un piatto che si gusta molto volentieri nelle fredde giornate invernali e ha la caratteristica di poter essere preparata in pochissimo tempo

Per garantire un'ottima riuscita della zuppa parmentier devono essere usati ingredienti di prima qualità, che contribuiranno a conferire a questa ricetta sapori indimenticabili.

Oltre a Antoine Parmentier la zuppa parmentier deve il suo successo alla famosa chef Julia Child, autrice di molti libri di cucina, che contribuì alla diffusione, anche oltreoceano, delle ricette di Parmentier e soprattutto di questa zuppa a base di patate e porri

Julia Child era una cuoca che visse a Parigi, dove imparò tutti i segreti e la passione per la cucina francese.

Julia Child trasmise tutto quello che aveva imparato scrivendo numerosi libri, tenendo corsi di cucina e partecipando a trasmissioni televisive soprattutto negli Stati Uniti. 

Uno dei suoi piatti preferiti era sicuramente la zuppa di porri e patate detta anche zuppa parmentier, un piatto che ha un buonissimo profumo ed un ottimo sapore

 

Ricetta Crema Parmentier

Vediamo come realizzare un'ottima zuppa parmentier (detta anche crema parmentier) partendo dalla ricetta originale di Antoine Parmentier.

Innanzitutto preparare un brodo vegetale che può essere sia di verdure che di dado a seconda del tempo a nostra disposizione per preparare questo delizioso piatto.

Gli ingredienti per questa semplice ricetta sono:

  •    - 1 litro di brodo vegetale (di cui abbiamo parlato prima)
  •    - 250 ml di panna
  •    - olio
  •    - porri
  •    - 1 kg di patate
  •    - sale
  •    - pepe
  •    - alcune fette di pane tostato


Per preparare la zuppa parmetier bisogna iniziare pelando le patate e tagliandole a pezzetti.

A questo punto si procede tagliando i porri a rondelle e facendoli saltare in una padella con un filo d'olio fino a fargli prendere un poco di colore (tenere il fuoco molto basso per evitare di bruciarli).

Aggiungete un mestolo di brodo ai porri e lasciateli asciugare per 5 o 6 minuti.

Aggiungete, sempre nella stessa padella, le patate. Coprite il tutto con il brodo in maniera da tenere sia le patate che i porri sommersi. A questo punto potete alzare il fuoco mantenendolo moderato e aggiungete sale e pepe a piacere. 

Dopo circa 15 minuti le patate si saranno ammorbidite.

A questo punto per procedere più velocemente è possibile usare un mixer ad immersione per frullare il tutto e, mantenendo il fuoco acceso, unire la panna mescolando con un cucchiaio di legno in maniera che gli ingredienti siano bene amalgamati tra loro.

A questo punto lasciate continuare la cottura della zuppa parmentier per altri 5-6 minuti, spegnete il fuoco e portatela in tavola.
Il pane tostato servirà da immergere all'interno della zuppa per dare maggior consistenza.

Abbiamo visto la semplicità che sta alla base della ricetta della zuppa parmentier ed è proprio per questo che è possibile utilizzarla come base per molte altre varianti di questa stessa zuppa. 

Infatti è possibile, aggiungendoci del crescione, ad esempio, ottenere una meravigliosa vellutata di crescione; mescolandola con la panna otterenere una gustosa Vichyssoise che, a differenza del potage parmentier originale, deve essere servita fredda.


La ricetta della zuppa parmentier può essere modificata a piacimento sostituendo o aggiungendo alle patate altri ortaggi come le carote, i fagiolini, i cavolfiori o i broccoli

La maggior parte delle zuppa che compongono l'assortimento delle zuppe della tradizione gastronomica francese e che vengono consumate sulle tavole francesi e nei piccoli ristoranti seguono la ricetta di parmentier: ad una base di patate e porri vengono aggiunte verdure o salse o altri ingredienti freschi

Anche solo l’apporto di panna ed erbe che possono variare a seconda del proprio gusto in proporzioni diverse permettono di ottenere tantissime varianti tutte personalizzate e molto gustose che possono diventare delle vere e proprie specialità della casa. 

La ricetta può essere cambiata o aggiustata in diversi momenti: 

  •    - durante tutta la preparazione, facendo bollire le verdure assieme alle patate
  •    - in cottura in modo da tenere tutti i sapori separati
  •    - assemblando tutto alla fine (in questo caso, verrà aggiunta una nota croccante alla base vellutata grazie alle verdure che potrebbero essere tagliate a dadini)


Con la crema parmentier si va sul sicuro e si è sempre liberi di sperimentare piatti nuovi a base di verdure facili e veloci da preparare ma soprattutto gustosi , saporiti e nutrienti.

 

« Torna a tutti gli articoli

Altri articoli