Omelette con tonno e cipolla

Omelette con tonno e cipolla
  • 20 minuti
  • Secondi
  • Bassa
  • 4 persone

L’omelette è una preparazione molto versatile, che si può preparare in pochissimi minuti e con risultati eccellenti.

L’omelette con tonno e cipolla che prepareremo, per quanto semplice, è un accostamento di sapori che sta benissimo insieme.

Il tonno e la cipolla si sposano alla perfezione e, accompagnati dal Brie Président, si legheranno e amalgameranno ancora meglio.

Se proporrete questa preparazione a degli ospiti improvvisati farete un gran figurone.

 

Preparazione

Per preparare l’omelette con tonno e cipolla cominciate pulendo la cipolla e poi affettatela molto sottilmente.

Prendete una padella antiaderente e metteteci un filo d'olio, aggiungete le cipolle e fatele rosolare, salandole con un pizzico di sale.
Dopo qualche minuto aggiungete il tonno ben sgocciolato e fatelo insaporire con le cipolle per 5 minuti.

Prendete una ciotola capiente e metteteci le uova con un pizzico di sale, il prezzemolo e un po' di pepe.
Con l’aiuto di una frusta sbattetele vigorosamente fino a che il composto non risulterà bello spumoso.

Scaldate una padella tonda antiaderente con un filo d'olio.
Quando sarà ben calda, aggiungeteci le uova e fate cuocere l’omelette fino a quando al centro non compariranno delle bollicine.
Versateci  sopra il composto di tonno e cipolle e rifinite con qualche pezzo di Brie Président tagliato a pezzetti.

Ripiegate l’omelette su sé stessa e cuocete fino a che il Brie Président non si sarà ben sciolto, preparate allo stesso modo anche l'altra e poi impiattate e servite le vostre omelette con tonno e cipolla ben calde.

 

Curiosità

Questa omelette, molto saporita, si può preparare anche sostituendo il tonno con del salmone oppure sostituendo le cipolle con il porro.
Queste variazioni vi permetteranno di ottenere delle ricette diverse e molto gustose.

Se decidete di cambiare entrambi gli ingredienti, mettete a soffriggere il porro e poi aggiungete il salmone pochi minuti prima di terminare la cottura perché, con la sua delicatezza, è sufficiente scottarlo.

 

Stampa la ricetta
« Torna a tutte le ricette

Contenuti correlati