Torta Quatre Quarts - Una specialità della Bretagna Francese

Torta Quatre Quarts - Una specialità della Bretagna Francese

In Bretagna viene preparata la Quatre Quarts.

La gastronomia francese è un vero e proprio mondo che varia passando da una parte all’altra del paese, poiché essendo molto differenti tra loro i territori, il clima e gli ingredienti a disposizione, le tradizioni culinarie sono completamente diverse da una regione a un’altra.

La pasticceria in Francia ad esempio, predilige l’utilizzo d’ingredienti freschi di gusto come la frutta di stagione o quella secca nell’assolato sud della Provenza, mentre al nord, nelle zone fredde e piovose della Normandia e della Bretagna, si preparano dolci a base di burro e mele, veri cavalli di battaglia di questi dipartimenti.

Proprio in Bretagna, una regione che è stata molto influenzata dalla vicina Inghilterra, viene preparata la Quatre Quarts, una torta dall’esecuzione molto semplice, leggermente più complessa del pan di spagna classico e che può essere rielaborata in mille modi diversi, con l’aggiunta di mele, pere o ancora cioccolato. 

Il nome “quattro quarti” deriva dalla proporzione dei suoi ingredienti: per preparare un torta del peso di 1 kg ad esempio, bisogna utilizzare in uguale proporzione 250g di farina, zucchero, burro salato e uova (pesate senza guscio); mentre per quanto riguarda il lievito in polvere ne basta soltanto mezza bustina. La particolarità di questa torta è data dallo speciale burro salato, tipico della regione della Bretagna, che gli conferisce un retrogusto sapido e deciso, rendendola un dessert originale e stuzzicante.

La ricetta per preparare questa torta è facilissima: prima di tutto bisogna accendere il forno a 180°, in modo da preriscaldarlo e averlo già pronto per la cottura, poi bisogna separare i tuorli dagli albumi e mettere da parte questi ultimi in una ciotola dai bordi alti, perché andranno montati.
In una ciotola montate insieme i tuorli e lo zucchero finché otterrete un composto chiaro e spumoso e infine aggiungete il burro fuso.
Aggiungete la farina setacciata con il lievito in polvere all’impasto e mescolate con cura.
A questo punto montate gli albumi a neve ferma e incorporateli delicatamente al composto ottenuto, mescolando il tutto dal basso verso l’alto con una spatola, preferibilmente in silicone.
Rivestite uno stampo da plum-cake con della carta forno e versatevi dentro il composto, livellandolo con la spatola se dovesse essere non omogeneo.
Cuocete in forno a 180° per circa 40-50’, avendo cura di controllare dopo i primi 35’ che il fondo della torta non bruci.

Per controllare la giusta cottura della torta, si può utilizzare un vecchio trucco della nonna, che ancora oggi risulta perfetto: infilate uno stuzzicadenti al centro della torta e, se esce pulito, con soltanto delle bricioline secche attaccate, allora la torta è cotta al punto giusto, mentre se rimangono attaccate delle briciole gommose e umide, bisogna lasciare il dolce nel forno per altri 5 o 10 minuti.

Se volete sbizzarrirvi e invogliare i bambini a mangiare la frutta, potete tagliare delle mele o delle pere a spicchi sottili e disporli sul composto una volta versato nello stampo, oppure tagliarle a pezzetti e inserirle nell’impasto dopo aver aggiunto gli albumi, in modo da ritrovarle a sorpresa nella torta a ogni morso. 

Inoltre, la Quatre Quarts si può mangiare a colazione anche al posto del pane, spalmandoci sopra una buona confettura artigianale; così facendo, creerete un dolce che attirerà non solo i vostri figli ma anche i più grandi, che ritroveranno in una torta semplice i sapori di una volta.

Questa torta si presta inoltre a essere utilizzata al posto del pan di spagna in tante preparazioni dal sapore raffinato: basterà tagliare la torta in più parti nel senso della lunghezza e disporle come base della torta, montare una buona crema Chantilly aromatizzata alla vaniglia o perché no, al cocco o al cioccolato e utilizzando il sac à poche, formare tanti ciuffetti sugli strati di torta già posati nel piatto di portata e infine guarnire con frutta fresca come lamponi, more o fragoline di bosco.

 

Altri articoli