Ricette Primaverili - Primi e Secondi Piatti Primaverili

Ricette Primaverili - Primi e Secondi Piatti Primaverili

Il cinguettio degli uccellini, il profumo della natura che si risveglia e tante ricette gustose per dare il benvenuto alla stagione più bella dell'anno.

Finalmente è arrivata: l’odore dell’erba nei parchi, il profumo del gelsomino che cresce sui muri delle case, la luce del sole che ci accompagna fino quasi a sera, i banchi dei mercati che si colorano di verdure novelle. Eccola che fa il suo ingresso, la primavera! Inebria corpo e spirito, porta una ventata di novità e, a tavola, tanto buon gusto e tanto sapore.

E’ tempo di rispolverare un menu più fresco, di riempirlo di novità, di portare in tavola i sapori che sanno di sole perché la natura ci propone davvero una lunga lista di cose buone che facilitano tanto la creatività e la fantasia gastronomica.

E’ deciso, una bella gita in campagna per dare il benvenuto alla nuova stagione e subito ci si mette alla ricerca degli asparagi novelli, l’ingrediente adatto ad un buon piatto di tagliatelle dal sapore intenso e deciso. Dopo averli raccolti, pulite gli asparagi e privateli della parte finale, quindi metteteli in padella con 10 g di Burro Président, due rametti di maggiorana, sale e pepe e lasciate insaporire. In una ciotola, mettete 4 tuorli, 3 cucchiai di parmigiano grattugiato, sale, pepe e mescolate. Tagliate a pezzettini 100 g di pancetta e fatela rosolare in padella con poco Burro Président. Lessate le tagliatelle, scolatele al dente e mettetele nella ciotola con le uova, quindi aggiungete gli asparagi e la pancetta, mescolate e servite.

Ma la "caccia agli asparagi" non è l'unica attività che potrete fare in campagna. Che ne dite di approfittare degli ampi spazi per allestire un gustoso barbecue? Oltre ai tagli di carne più classici, vi consigliamo di mettere sulla griglia anche fette di pane e formaggi. Il formaggio francese più adatto per questa preparazione è il Camembert Président. Scartatelo dalla sua confezione e avvolgetelo a pacchetto nella stagnola. Lasciatelo cuocere sul barbecue per 10 minuti, avendo cura di ruotarlo di 90° a metà cottura. Una volta pronto, eliminate la stagnola, capovolgete il formaggio e servitelo su un piatto da portata.

Un’altra verdura di stagione che arriva allegra e colorata sui banchi dei mercati sono gli agretti, o barba di frate, come li chiamano alcuni. Si adattano a primi, secondi, torte salate e sono buonissimi anche semplicemente lessati e conditi con olio crudo e limone. Perfetti anche con la pasta, per un primo leggero, sano e gustoso. Private gli agretti delle radici, lavateli sotto l’acqua corrente, lessateli per 5 minuti in acqua bollente, scolateli e tagliuzzateli. In una casseruola a bagnomaria, sbattete 4 tuorli con il succo di un limone e 50 g di acqua fredda. Continuando a sbattere aggiungete 80 g di Burro Président a tocchetti, fino ad ottenere una salsa densa e cremosa, facendo attenzione a non scaldarla troppo. Aggiustate di sale e pepe e tenetela in caldo. Lessate le farfalle, nel frattempo fate sciogliere in una casseruola una noce di Burro Président e fate saltare gli agretti per qualche minuto. Versate i 2/3 della crema sugli agretti e continuate a mescolare, aggiungendo anche una spolverizzata di noce moscata. Fate saltare tutto insieme e poi mettete nei piatti finendo con la crema restante e la scorza di limone grattugiata.

Un grande classico come la carbonara si veste di primavera con un po’ di rucola e delle saporitissime mazzancolle. Mettete in una ciotola i tuorli, il parmigiano, il sale e il pepe e mescolate bene. In una padella antiaderente, fate rosolare il guanciale tagliato a dadini. Sgusciate le mazzancolle, privatele del filo nero contenuto nel dorso, tritatene la metà e unitela al guanciale, facendo cuocere per due o tre minuti. Lessate gli spaghetti, scolateli al dente e versateli nella ciotola con le uova, quindi unite le mazzancolle e la pancetta e mescolate velocemente. Impiattate e decorate il piatto con le code di mazzancolle rimaste, la rucola fresca e una macinata di pepe.

Dalla Francia, la ricetta delle crêpes ci ricorda di come ci si possa divertire in cucina creando piatti sofisticati anche con gli ingredienti più semplici. Con asparagi e besciamella, porterete in tavola un primo piatto goloso e invitante anche nelle occasioni più importanti. Preparate la pastella delle crêpes mescolando 2 uova, un pizzico di sale, 100 g di farina di frumento, 250 ml di latte e 10 g di Burro Président fuso. Lasciate riposare in frigo per un’ora. Fate scaldare una padellina di 12 cm di diametro e preparate le crêpes. Mettetele una sull'altra, alternandole con un foglio di carta da forno. Preparate ora la besciamella: tagliate le punte degli asparagi, scottatele in acqua bollente e sgocciolatele. Centrifugate i gambi per ricavare in succo e mettetelo da parte. Fate fondere il Burro Président con la farina, fate scaldare il latte e aggiungetelo al roux, sbattendo con una frusta fino a raggiungere la densità desiderata. Togliete la besciamella dal fuoco e incorporate una parte del succo di asparagi. Immergete le crêpes nella besciamella nappandole da entrambi i lati, piegatele a ventaglio e disponetele su una teglia imburrata con Burro Président. Cospargete con l'Emmental Président a fette e completate con le punte di asparagi tagliate a filetti. Gratinate in forno per qualche minuto e servite.

Un secondo diverso e originale, perfetto anche per un picnic fuori porta in una domenica con gli amici è una quiche di carciofi e patatine novelle. Una torta salata dal sapore francese che si adatta ad ogni occasione ed è sempre un piatto ricco di successo. Pulite i carciofi e metteteli a bagno in acqua con il succo di un limone perché non anneriscano; pulite le patate novelle e tagliatele a fette senza sbucciarle, quindi unite le verdure in una padella con un filo d’olio e fate cuocere per una decina di minuti con un pizzico di sale e pepe. Strofinate una tortiera con uno spicchio d’aglio, foderatela con la pasta sfoglia e distribuitevi sopra le verdure, aggiungendo il Tronchetto di Capra Président sbriciolato. Infornate a 200° per 20 minuti, sfornate e lasciate raffreddare. Decorate la quiche con qualche fogliolina di rucola selvatica e servite.

Per i vegetariani o semplicemente, per gli amanti delle verdure di stagione, un piatto pieno di verde, gusto e freschezza è una padellata di catalogna, puntarelle, asparagi e lattuga selvatica. Lavate gli asparagi, le puntarelle, la catalogna e la lattuga; spezzettate la catalogna, tagliate le puntarelle a striscioline e i gambi degli asparagi a pezzetti. In una padella, soffriggete l’aglio, gli scalogni tagliati a fette sottili; eliminate l’aglio e aggiungete la catalogna, le puntarelle e gli asparagi, quindi salate, pepate coprite e lasciate cuocere per 5 minuti. Aggiungete la lattuga e le fave e cuocete per altri 3-4 minuti. Completate con una spolverizzata di pepe e servite.

Facilissimo da preparare, per gli amanti del pesce, uno spezzatino di pesce spada con cipolla e alloro, è un secondo che può presentarsi anche nel menu di un pranzo più ricercato, in cui volete stupire i vostri ospiti con un tocco di originalità. Tagliate il pesce spada a tocchetti, spolverizzatelo con la farina e mescolate; In un tegame, scaldate l’olio, l’aglio, la cipolla tagliata a fette sottili e l’alloro. Aggiungete lo spezzatino e fatelo insaporire per 5 minuti; quindi, unite le olive taggiasche, sfumate con il vino bianco, aggiungete sale e pepe e continuate la cottura coprendo con un coperchio per 5 minuti. Togliete il coperchio e lasciate cuocere per altri 10 minuti fino a che il sughetto si sarà addensato. Servite in un piatto da portata di ceramica colorato per dare risalto a questo secondo che si merita la giusta presentazione.

Immancabile nei pranzi di primavera, siano essi in un bel prato verde pieno di margherite, siano essi sul terrazzo di casa in città per godere dell’aria fresca e nuova che finalmente ci scalda dal lungo inverno, è l’omelette. Dalla tradizione francese una ricetta che si adatta a tantissime varianti e lascia sempre un senso di appagante sazietà. Sostanziosa e saporita, unita alla salsiccia è un piatto dal sapore robusto, molto facile da preparare e divertente da servire nei modi più fantasiosi. Sbriciolate la salsiccia in una padella e rosolatela con un filo d’olio fino a quando diventa croccante. Nel frattempo, in una ciotola sbattete le uova e unitele alla carne. Fate cuocere la frittata con il coperchio, fino a quando si sarà rappresa sul fondo; quindi giratela con l’aiuto del coperchio o di un piatto, fatela scivolare nuovamente in padella e cuocete anche l’altro lato. Trasferitela su un piatto da portata decorato con grandi e verdi foglie di insalata di stagione, tagliatela a cubetti e servitela. Anche fredda sarà buonissima.

Il mare e la terra si incontrano in una terrina di uova fritte con verdure primaverili e bottarga per un secondo pieno di fantasia e sapore. Lavate e tagliate a pezzetti la lattuga; tagliate a tocchetti le zucchine, sfogliate la lattuga; pulite i carciofi, tagliateli in quattro parti e metteteli in una ciotola con acqua fredda e il limone perché non anneriscano. In una padella, scaldate 4 cucchiai di olio, aggiungete i carciofi scolati, le coste delle bietole e lasciate cuocere per 5 minuti; quindi aggiungete le zucchine e fate cuocere per altri 5 minuti; unite le foglie delle bietole e, in ultimo, le foglie di lattuga, mescolate velocemente, regolate di sale e togliete dal fuoco. In una padella antiaderente, friggete un albume con un filo d’olio e aggiungete il tuorlo a fine cottura. Fate così per tutti i tuorli, quindi suddividete le verdure nelle terrine di terracotta e fate scivolare sopra un uovo ciascuno, spolverizzate con un cucchiaio di bottarga e servite.

Tante ricette piene di natura, di sole e di aria fresca per un menu primaverile degno delle giornate più belle da trascorrere con gli amici o la famiglia.

 

Altri articoli