Vellutata di... Tante ricette per deliziose zuppe

Vellutata di... Tante ricette per deliziose zuppe

La vellutata, da non confondersi con la salsa bianca della cucina francese, è una pietanza dalla consistenza soffice. Ecco tante ricette per preparare deliziose zuppe.

La vellutata, da non confondersi con la salsa bianca della cucina francese, è una pietanza dalla consistenza soffice.

Morbida come il velluto appunto, la vellutata deve la sua delicatezza alla purea di base (ortaggi freschi di stagione, crostacei, pollo, pesce e via discorrendo), al brodo e alla panna.

La vellutata rientra tra le zuppe che, a differenza delle minestre, sono prive di riso o di pasta.

La zuppa, è bene precisarlo, va portata in tavola con crostini di pane tostati (che possono essere ricavati da una gustosa baguette) in forno o fritti nel burro e serviti in piattini a parte.

Tuttavia, solo una volta frullate con il frullatore a immersione o passate, le zuppe prendono il nome di creme, vellutate o passati.

Una cosa sola è certa e universalmente accettata: si mangiano tutte con il cucchiaio.

Che siano zuppe, passati, creme o vellutate, una volta servite in tavola, stuzzicano l'appetito e riscaldano i cuori.

 

Differenza tra vellutata e crema

Sia le vellutate che le creme sono minestre versatili e dense, che spesso prendono il nome dalla componente ridotta in purea che le contraddistingue.

Entrambe fanno parte delle minestre legate.

Qualche volta si fa confusione tra vellutata e crema, questo perché prevedono procedimenti affini.

La vellutata al contrario della crema è una preparazione a base di brodo contenente una purea (di verdure, carne oppure di pesce) e un ingrediente addensante (crema di riso o patate); generalmente le vellutate vengono insaporite con la panna.

La crema è invece realizzata con brodo (di pesce, di pollo o di selvaggina) addensato con un “roux” preparato con burro e farina (procedimento analogo a quello della salsa besciamella) e contenente una purea (di verdure, pesce o di carne); questo composto viene poi insaporito con tuorli d'uovo, panna e burro.

Elemento d'unione tra le due pietanze: i crostini che le accompagnano.

 

La vellutata di zucca

La vellutata di zucca è una pietanza deliziosa e delicata, profumata e invitante, un piatto autunnale ideale da servire anche nelle occasioni più importanti.

Una portata che nasce dall'incontro di dadini di polpa di zucca con il porro che, soffritto in olio extravergine d'oliva e sfumato con un po' di brodo vegetale, accoglierà i cubetti di zucca portati a cottura con brodo caldo, insaporiti con noce moscata, sale e pepe, frullati finemente con l'aggiunta di panna.

Il risultato è una passata liscia che diventerà “velluto” una volta filtrata in un colino a maglie strette.

La vellutata di zucca si gusta calda, guarnita con un po' di panna e semi di zucca e accompagnata da crostini di pane speziato su cui potrete grattugiare delle lamelle di Emmental Président. Volendo potrete gratinare il tutto in forno per qualche minuto, così da renderlo ancora più gustoso!

 

Vellutata di zucchine

Ortaggio estivo e leggero, la zucchina, insieme ad altre verdure di stagione e alla frutta aiutano a stimolare l'appetito sopito dall'avanzare del caldo, ragion per cui nell'alimentazione estiva non potrà mancare una verde vellutata di zucchine light.

In questa leccornia le zucchine dopo esser state rosolate in padella con olio insieme allo scalogno, vengono portate a cottura con acqua e insaporite di sale e pepe bianco, per poi essere frullate con il latte scremato.

Decorata con rondelle di zucchine croccanti, questa vellutata verrà accompagnata da crostini di pane al curry. Il tocco finale? Qualche sottile fettina di Tronchetto di Capra Président e il gioco è fatto! Il gusto saporito di questo formaggio contrasterà benissimo con la delicatezza del gusto delle zucchine.

 

Vellutata di carote

Sapori d'inverno nella vellutata di carote, pietanza che con sapori seducenti fa riscoprire l'abbraccio caldo e avvolgente della buona tavola.

Nata da idee sfiziose e di gusto, questa vellutata vede la combinazione di quattro prodotti vincenti: carote, porri, patate e riso.

La vellutata di carote verrà servita nei piatti guarnita con croccanti porri fritti e sfogliatine.

In questa pietanza carote e porro s'incontreranno e, insieme alla patata, verranno rosolate in una pentola con il riso, poi portate a cottura con acqua, quindi frullate, salate e completate di panna liquida a lunga conservazione.

Per servire la vellutata vi consigliamo di grattugiare un po' di Emmental Président sulla sua superficie.

 

 

Vellutata di piselli

I piselli freschi sono un ottimo ortaggio di primavera, perfetti per preparare creme e vellutate e per arricchire e variare i piatti a base di cereali con cui si abbinano alla perfezione.

Realizzati in vellutata, i piselli danno vita a una pietanza leggera e gustosa.

A un soffritto di cipolla si aggiungeranno cubetti di patate e piselli da portare a cottura con acqua bollente.

Una volta cotti, dovranno essere ridotti a crema e frullati; il passato ottenuto, aggiustato di sale e insaporito con un pizzico di pepe, dovrà cucinare insieme al latte fino a diventare vellutato, liscio e dalla consistenza avvolgente.

La vellutata di piselli, guarnita con dadini di patate cotti al forno a temperatura media, dovrà essere poi servita accompagnata da cubetti di pane saltati in padella con poco olio e erbe aromatiche. E il formaggio, si sa, in queste ricette è davvero perfetto! Utilizzate il Tronchetto di Capra Président per dare il gusto finale alla vostra vellutata di piselli.

 

La vellutata di ceci

Una nota di sapore da una cucina straniera, un piatto tra i più semplici e una pietanza invitante dal buon profumo è la vellutata di ceci etiopica, un pensiero gentile ricco di spezie, che rompe la routine dei menu abituali della nostra tavola accontentando con entusiasmo la voglia di alimenti internazionali.

Per preparare questa vellutata bisogna far stufare le cipolle finemente tritate in una casseruola con una tazza d'acqua, olio e un pizzico di sale.

Dunque, bisogna far cuocere le cipolle fino a quando non saranno disfatte; a questo punto saranno pronte per accogliere i pomodori pelati tagliati a pezzetti.

In un effluvio di odori accattivanti, l'intingolo verrà insaporito con sale e paprika; quindi la cottura proseguirà dolcemente per 20 minuti circa.

Trascorso il tempo indicato si versa nel recipiente 1 litro e ¼ d'acqua e lo si porta a ebollizione.

Appena alzato il bollore, si sala e si versa a pioggia la farina di ceci; mescolandola senza sosta la si porterà a cottura per 30 minuti.

Quando la cottura sarà completata, si divide la vellutata nelle fondine. Prima di servirla accompagnata con crostini di pane e scaglie di Emmental grattugiato, si cosparge ogni porzione con altra paprika.

Ingredienti per una vellutata etiope (per 4 persone; difficoltà media):

300 g di farina di ceci; 2 cipolle; 200 g di pomodori pelati; 2 cucchiai d'olio d'oliva, sale e paprika q.b.

 

Vellutata di porri

La vellutata di porri è una delizia vegetale, facile e veloce da cucinare.

Una portata dominata dal gusto delicato dei porri, perfettamente in armonia con quello delle patate; due elementi che danno vita in modo semplice a una vellutata che piace molto anche ai bambini.

Il porro affettato sottilmente dovrà saltare in una tegame insieme all'olio e, solo quando sarà bello trasparente, dovrà essere bagnato con il brodo vegetale; a questo punto si dovranno unire anche le patate finemente tagliate e si porterà il tutto a cottura aggiungendo altro brodo.

Una volta cotto, il preparato verrà frullato nel mixer per poi essere addensato con un po' di amido di mais, sciolto con un po' di latte di riso caldo e insaporito con una generosa manciata di pepe nero e filo d'olio extravergine a crudo.

Così preparata la vellutata di porri verrà guarnita con riccioli di melanzane grigliate e servita accompagnata da crostini di pane ripassati in padella e scaglie di Emmental Président.

 

Vellutata di patate

La vellutata di patate è una pietanza tipica dei menu invernali. Perfetta per una cena o un pranzo importante, questa vellutata dal tono elegante si prepara tagliando le patate a pezzetti e rosolandole in un soffritto di cipolla; le si porta a cottura con latte e brodo vegetale e si frulla il tutto fino a ottenere un composto omogeneo che, aggiustato di sale, verrà arricchito da burro e parmigiano.

La vellutata di patate, accompagnata da crostini tostati, si serve guarnita con foglioline di prezzemolo e lamelle di formaggio Emmental Président.

 

Vellutata di zucca e patate 

Nella scelta del menu tipicamente dicembrino, il periodo natalizio influenza e caratterizza tutta la cucina del mese. Se a Natale si prepara un pranzo dall'importanza particolare, è nel mese di dicembre che il pollame acquista maggiore rilevanza del solito. Stesso discorso vale per i dolci tradizionali e la frutta secca, ma anche i cibi di stagione come il cavolo, i legumi, la zucca e i funghi.
Con una vellutata aromatica che abbina la zucca alle patate riscopriamo il sapore dell'inverno.
Per preparare la vellutata di zucca e patate bisogna aggiungere la zucca e le patate tagliate a cubetti in un letto di cipolla soffritta; una volta rosolate, si aggiustano di sale e si insaporiscono con un mazzetto aromatico; si portano a cottura ricoperte di brodo vegetale e si frullano fino a ottenere un composto vellutato. La vellutata di zucca e patate, guarnita con rosmarino, panna e pancetta saltata in padella, dovrà essere servita accompagnata da crostini di pane. Volendo potrete aggiungere un po' di Roquefort Président per un sapore davvero unico!

 

Vellutata di asparagi

Un inno alla Pasqua che porta la primavera. La vellutata di asparagi è una di quelle pietanze gustose e facili, che catturano il palato e l'occhio e sono di grande effetto.

Morbida e delicata, la vellutata di asparagi si prepara rosolando le patate a cubetti in un soffritto di cipolla e asparagi lessati e tagliati a rondelle; quindi si sfumano le verdure con vino bianco e si portano a cottura con brodo vegetale; si aggiunge al composto la panna, si aggiusta di sale e pepe, si frulla e si rimette sulla fiamma insieme alle punte degli asparagi e a un trito di erba cipollina.

Una volta pronta, la vellutata di asparagi verrà guarnita con qualche punta e dovrà essere servita accompagnata da crostini e lamelle di Emmental Président.

Primaverile e interessante anche la versione che abbina i carciofi con le patate.

 

Vellutata di porri e patate

La vellutata di porri e patate è una pietanza morbida e avvolgente, preparata con i porri e le patate e l'aggiunta dello zenzero che dà al preparato un sentore particolarmente aromatico e caratteristico: un sapore piacevolmente piccante.

I porri tagliati a rondelle vengono messi in pentola insieme alle patate tagliate a cubetti; li si ricopre d'acqua e li si porta a cottura, dopodiché, a fuoco spento, si aggiunge lo zenzero grattugiato fresco, un filo d'olio, il sale e un po' di panna; a questo punto si frulla il tutto e, ottenuto un composto vellutato, si guarnisce con fettine di porro caramellato.

La vellutata porri e patate è ancora più gustosa se accompagnata da crostini di pane ai cereali su cui potrete aver fatto sciogliere delle scagliette di Emmental Président.

 

Vellutata di verdure

La vellutata di verdure è una pietanza che in sé racchiude tanti sapori, una portata che raccoglie la varietà dell'orto in un unico piatto nato per deliziare palati esigenti e raffinati.

La vellutata di verdure, che nasce dall'incontro di sedano, cipolla, carota lenticchie, curcuma, erbe aromatiche e zenzero, è un piatto speciale.

Una volta soffritti, cipolle, carota e sedano a dadini verranno allungati d'acqua e aggiustati di sale, poi si lascerà bollire il tutto finché il preparato non risulterà bello sapido; si aggiungeranno le lenticchie ammollate e si lascerà cucinare il composto a recipiente coperto.

A cottura raggiunta, si frullerà il tutto e si aggiungerà al composto un po' di panna, un po' di curcuma, un po' di zenzero grattugiato fresco e erbe aromatiche a piacere.

La vellutata di verdure si serve guarnita con rose di pomodoro e si accompagna con crostini di pane aromatizzati. Aggiungete un sapore in più a vostra scelta: Emmental grattugiato o Tronchetto di Capra?

 

Vellutata di finocchi

Un piatto invernale e adatto al periodo post natalizio fatto di bagordi e sgarri.

La vellutata di finocchi è una pietanza squisita e originale che regala al palato un sapore armonioso e gustoso.

Per cucinarla bisognerà tagliare i finocchi e le patate a dadini; gli ortaggi si faranno insaporire dolcemente in un soffritto di cipolla in cui verrà sciolta un po' di farina; quindi si porterà il tutto a cottura con l'aggiunta di brodo vegetale, si aggiusterà di sale e, una volta cotto, si frullerà fino a ottenere un composto vellutato che, addizionato di panna, verrà decorato con erba cipollina tagliuzzata e con straccetti di pancetta croccante.

La velluta di finocchi realizzata verrà servita con crostini di pane saltati nel burro e con scagliette di Emmental Président grattugiato.

 

Vellutata di zucchine e patate

Una portata dal profumo mediterraneo dall'accento stuzzicante e ricco, che apre le porte al sapore dell'estate in un'armonia di profumi e sapori semplici.

La protagonista della nostra tavola è una morbida vellutata di patate e zucchine, un abbinamento all'insegna del gusto per una pietanza dall'aroma inconfondibile che regala personalità al momento conviviale.

Zucchine e patate tagliate a pezzetti dovranno saltare in un soffritto di cipolla. Una volta rosolate verranno portate a cottura con l'unione del brodo vegetale; aggiustate di sale e pepe, una volta cotte si frulleranno con un po' di panna.

La vellutata di zucchine e patate guarnita con un filo d'olio crudo e con foglioline di basilico verrà servita accompagnata con crostini di pane fritto e con un tocco di Roquefort Président.

 

Vellutata di zucca e carote

Una portata colorata d'arancione, realizzata con zucca e carota, due ortaggi dal sapore dolciastro adatti alla realizzazione di pietanze sia dolci che salate.

La vellutata di zucca e carote è un piatto delicato, che si prepara facendo rosolare la zucca e la carota a dadini in un soffritto di cipolla; dopodiché si porta a cottura il tutto con l'aggiunta del brodo vegetale. A cottura raggiunta si frullano gli ortaggi insieme a un po' di panna, quindi si aggiusta il composto di sale e pepe, si condisce con formaggio grattugiato, ad esempio Emmental Président, si guarnisce con chips di zucca e si spolverizza tutto di pepe nero.

La vellutata di zucca e carote si porta in tavola accompagnata da crostini piccanti di pane ed Emmental Président grattugiato.

 

*sopra i tre anni

Altri articoli